Mipaaf: i contributi per i prodotti Dop e Igp

DOP

 

Mipaaf: sono stati pubblicati i criteri per sviluppare azioni di informazione destinate ai prodotti agricoli ed alimentari contraddistinti dal riconoscimento Ue come Dop e Igp.

Sulla Gazzetta ufficiale n. 68 del 22 marzo 2016 è stato pubblicato il decreto del 1° marzo 2016 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf) che definisce i criteri per la concessione di contributi che interessano le iniziative volte a sviluppare azioni di informazione per migliorare la conoscenza, favorire la divulgazione, garantire la salvaguardia e sostenere lo sviluppo dei prodotti agricoli e alimentari contraddistinti dal riconoscimento Ue.

PRODOTTI DOP E IGP

L’obiettivo è quello di sostenere lo sviluppo e il monitoraggio dei prodotti Dop e Igp attraverso due tipologie di iniziative: iniziative volte a sviluppare azioni di informazione per migliorare la conoscenza e favorire la divulgazione dei prodotti DOP e IGP (fiere, convegni, esposizioni, concorsi, ecc); iniziative volte a garantire la salvaguardia e a sostenere lo sviluppo dei prodotti DOP e IGP (formazione professionale, acquisizione di competenze, attività dimostrative, studi e ricerche idonei a monitorare il mercato, consulenze, ecc).

CHI NE PUO’ BENEFICIARI E LE SCADENZE

Possono presentare domanda di contributo: gli organismi a carattere associativo dei consorzi di tutela riconosciuti ai sensi della legge n. 526-1999 o del decreto legislativo n. 61-2010; i consorzi di tutela riconosciuti ai sensi della legge n. 526-1999 e del decreto legislativo n. 61-2010; le associazioni temporanee di imprese tra i suddetti soggetti proponenti e/o gli organismi associativi operanti nel settore delle Dop ed Igp. La percentuale massima di contributo da erogare non può superare il 90% delle spese ammissibili. Con riferimento all’annualità 2016, il termine per la presentazione delle domande è fissato alle 17 del 14 aprile 2016. Dal 2017 in poi, le domande dovranno essere presentate entro le 17 dell’8 marzo.

APERTI FINO AL 28 APRILE I DUE BANDI UE PER LA PROMOZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI EUROPEI CON UN PLAFOND DI 100 MILIONI DI EURO 

 

I due bandi rientrano nell’ambito del programma 2016 per la promozione dell’agricoltura Ue, che mette a disposizione un budget complessivo di 111 milioni di euro per rafforzare la competitività del settore agricolo europeo, la consapevolezza dei consumatori e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Unione.

Ecco le risorse stanziate per i due inviti che ammontano a circa 108 milioni di euro, di cui:

oltre 93,6 milioni di euro per Programmi semplici di informazione e di promozione dei prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi; 14,3 milioni di euro per Programmi multipli di informazione e di promozione dei prodotti agricoli nel mercato interno e nei Paesi terzi. Si tratta inoltre dei primi bandi dopo l’entrata in vigore il 1° dicembre 2015 del regolamento n. 1144-2014 relativo ad azioni di informazione e di promozione riguardanti i prodotti agricoli realizzate negli Stati membri ed extra-Ue.

PROGRAMMI SEMPLICI

Devono essere conformi ad una delle 10 priorità tematiche elencate nel programma di lavoro 2016 per la promozione dei prodotti agricoli europei:

Tema 1 – Programmi di informazione e di promozione destinati a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità dell’Unione;
Tema 2 – Programmi di informazione e di promozione destinati a mettere in evidenza le specificità dei metodi di produzione agricola nell’Unione e le caratteristiche dei prodotti agroalimentari europei, ad eccezione di quelli che riguardano esclusivamente il latte o i prodotti lattiero-caseari, i prodotti a base di carne suina o una combinazione dei due;
Tema 3 – Programmi d’informazione e di promozione del latte e dei prodotti lattiero-caseari, dei prodotti a base di carne suina o di una combinazione dei due;
Tema 4 – Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più dei seguenti paesi: Cina, Giappone, Corea del Sud o Taiwan;
Tema 5 – Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più dei seguenti paesi: Stati Uniti o Canada;
Tema 6 – Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più paesi dell’America centrale e meridionale o ai Caraibi;
Tema 7 – Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più paesi del Sud-Est asiatico, ossia Brunei, Cambogia, Indonesia, Laos, Malaysia, Myanmar/Birmania, Filippine, Singapore, Thailandia, Timor Leste e Vietnam;
Tema 8 – Programmi di informazione e di promozione destinati a uno o più dei paesi dell’Africa e del Medio Oriente;
Tema 9 – Programmi di informazione e di promozione destinati ad altre zone geografiche;
Tema 10 – Programmi d’informazione e di promozione del latte e dei prodotti lattiero-caseari, dei prodotti a base di carne suina o di una combinazione dei due destinati ad un paese terzo.

Le domande devono essere presentate entro il 28 aprile 2016, ore 17.00 (ora locale di Bruxelles).

PROGRAMMI MULTIPLI

I programmi multipli possono essere destinati al mercato interno o ai Paesi terzi. L’obiettivo dei programmi nel mercato interno è rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità specifici dell’Unione, evidenziando le specificità dei metodi di produzione agricola dell’Ue (sicurezza alimentare, tracciabilità, autenticità, etichettatura, aspetti nutrizionali e sanitari, benessere degli animali, ecc). I programmi nei Paesi terzi, invece, intendono potenziare la competitività e il consumo dei prodotti agroalimentari dell’Unione, valorizzandone l’immagine e aumentando la quota di mercato negli Stati extra-Ue.

Le domande devono essere presentate entro il 28 aprile 2016, ore 17.00 (ora locale di Bruxelles).

 

Lascia un commento

Top