Un servizio di mediazione internazionale btb a Firenze

La mediazione oggi è lo strumento più snello, versatile e riservato per comporre controversie fra imprese e cittadini. Per questo il Governo ha spinto affinché questa soluzione venisse adottata su larga scala anche in Italia.

Ma che succede quando a dover mediare sono due aziende straniere? O la controversia riguarda cittadini che non parlano la stessa lingua?

Firenze questa mattina alle ore 11:30 proverà a dare una risposta firmando un accordo con grandi partner internazionali, con cui attiverà un servizio di mediazione internazionale.

I contenuti dell’accordo verranno presentati questa mattina nella sala mediazione della Camera di Commercio di Firenze, alla presenza di Harold Coleman, senior vice president of AAA (American Arbitration Association) New York; Michael Leathes, SIMC (Singapore International Mediation Centre) founding member e Leonardo Bassilichi, presidente Camera di Commercio di Firenze. Parteciperà anche Irena Vanenkova, executive director International Mediation Institute (IMI).

Lascia un commento

Top