Max di luglio celebra le cover più belle

MAX luglio _ Winehouse 2008-07-BIGLe migliori copertine dei 28 anni di storia del periodico Rcs sono le Max luglio _ Stone 1993-09-BIGprotagoniste del numero da collezione di MAX, da domani in edicola, su iPad e online su max.gazzetta.it. Dalla sensualissima modella Heidi Klum all’eccentrica cantante statunitense Beth Ditto fino al nudo d’autore firmato Araki, le cover che conquistano un posto nella speciale top ten firmata da Luca Beatrice sono tutte al femminile. Tra le bellezze italiane entrano in classifica Alessia Marcuzzi, Alba Parietti, Elisabetta Canalis e un’indimenticabile e affascinante Manuela Arcuri. Senza ovviamente dimenticare le cover al maschile, da Robert De Niro (protagonista del primissimo numero del mensile) a Mourinho a George Clooney. Sempre per festeggiare questi 28 anni la redazione propone un excursus spazio-temporale tra musica e cinema consigliando 28 album e 28 film veramente imperdibili.

Per la serie bellezze del grande schermo, intervista esclusiva con Bérénice Marlohe, la bond girl dell’ultimo 007 Skyfall, che racconta della sua ossessione per il cibo («I miei amici mi chiamano “Stomaco con le gambe” perché mangio sempre»), e del suo uomo ideale («Non bello, ma attraente, deve farmi ridere, saper cucinare piatti esotici e dormire 10 ore a notte senza russare»). Cinema italiano con Francesco Montanari, “Il Libanese” nella serie “Romanzo Criminale”, che parla di progetti futuri («Interpreterei volentieri San Francesco»), e di sesso(«Per superare gli imbarazzi e scoprire il sesso senza tabù a 17 anni ho pagato per farlo»).

Dal cinema al teatro, MAX dedica uno speciale a Filippo Timi, attore, regista e scrittore che, grazie alle sue rivisitazioni pop di Shakespeare, Molière e del Don Giovanni ha contribuito a rivoluzionare e a far rinascere il Franco Parenti di Milano. Musica con un focus su Rihanna, star a 360 gradi che ha fatto della trasgressione la sua arma vincente diventando un brand internazionale che fattura più di 53 milioni di dollari ogni anno. Fotografia, cultura e arte con l’eclettica carriera di Tom Waits raccontata attraverso le foto scattate insieme ad Anton Corbjin per il libro fotografico Waits/Corbijn ’77-’11, destinato a diventare un vero cult. Inoltre spazio alla retrospettiva che la Somerset House di Londra dedica agli scatti di Miles Aldridge. Infine “istruzioni per l’uso” per visitare la Biennale di Venezia che quest’anno propone 4.000 opere di 150 artisti provenienti da 38 Paesi.

Lascia un commento

Top