Maire Tecnimont e 50 Pmi in Oman con Sace

Oman

Maire Tecnimont e oltre 50 Pmi italiane riunite a Milano insieme agli esperti di Sace valutano le opportunità di business offerte dal complesso petrolchimico di Liwa in Oman. In ballo 840 milioni di dollari.

liwa_o01Il Gruppo CDP – Cassa Depositi Prestiti – sostiene l’export di tecnologia italiana in Oman mettendo a disposizione un sistema di strumenti a supporto della realizzazione del complesso petrolchimico “LIWA” (Liwa Plastic Industries Complex).

Nell’ambito del progetto che sarà realizzato da ORPIC, società controllata dal governo omanita attiva nella raffinazione del greggio e nel settore petrolchimico, Sace ha garantito una linea di credito da 840 milioni di dollari erogata da CDP (per una quota da 189 milioni di dollari) insieme a un pool di banche internazionali, con l’intervento di SIMEST per la stabilizzazione del tasso di interesse. Il finanziamento è destinato a sostenere i contratti di fornitura assegnati da ORPIC a Maire Tecnimont e le sub-forniture che saranno affidate a numerose imprese italiane, soprattutto Pmi, attive nella produzione di macchinari per l’oil & gas.

maire-tecnimontGli aspetti tecnici e finanziari dell’operazione e le opportunità offerte dal progetto sono stati illustrati a Milano da Sace e Maire Tecnimont a oltre 50 Pmi italiane interessate ai contratti di sub-fornitura ancora da assegnare.
LIWA produrrà 1,1 tonnellate annue di polipropilene e polietilene destinate principalmente ai mercati internazionali e farà parte del polo industriale integrato di Sohar di proprietà di ORPIC che, una volta completato, diventerà uno dei complessi petrolchimici tecnologicamente più avanzati del mondo, consentendo all’Oman di sviluppare una solida industria locale di materie plastiche in linea con gli obiettivi di diversificazione economica avviati dal governo.

 

Lascia un commento

Top