Logistica sanitaria a una svolta

knapp

Logistica Sanitaria a una svolta. Si sono svolti a Milano in Assologistica i lavori interni della Commissione di Logistica sanitaria presieduta da Alessandro Pacelli. La riunione ha riguardato la condivisione dettagliata dei contenuti di tre incontri istituzionali separati avvenuti a Roma prima con il Ministro della Salute On. Beatrice Lorenzin, e successivamente con il Commissario alla Spending Review, On. Yoram Gutgeld, e con il Capo segreteria tecnica Ministero della Salute, Roberto Scrivo.

Il contenuto degli incontri, condotti dal presidente di Assologistica Carlo Mearelli e da Alessandro Pacelli, ha riguardato il risparmio economico ottenibile nel servizio pubblico sanitario e ospedaliero con l’adozione di procedure logistiche lineari e tecnicamente sostenibili.

I partecipanti alla Commissione di Logistica sanitaria di Assologistica sulla base dei dati messi a punto dal Politecnico di Torino e da quanto emerso nella conferenza di Padova dello scorso 22 gennaio, con un dibattito approfondito hanno valutato le opportunità di ulteriori coinvolgimenti degli associati in progetti di logistica sanitaria ospedaliera finalizzato a dare un supporto qualificato a risolvere le problematiche della sanità pubblica richieste dal Ministro Lorenzin.

DALLA CENTRALIZZAZIONE  DERIVANO RISPARMI INTERESSANTI PER IL COMPARTI SANITARIO

“Giungere ad una condivisione di azioni da compiere per ulteriori passi avanti con i decisori istituzionali è stato l’obiettivo principale di questa riunione”, ha commentato a margine Alessandro Pacelli”, e non solo verso gli organi centrali ma anche verso le Regioni, che potrebbero acquisire alcuni strumenti di sintesi sulle modalità di gestione della parte economica del servizio sanitario”. Attraverso processi di logistica distributiva regionale centralizzata, che applicano le tecnologie a supporto della logistica sanitaria, si ottengono risparmi importanti sui costi della sanità, soprattutto grazie al coinvolgimento degli operatori logistici specializzati, che perfezionano le competenze logistiche interne alla sanità necessarie al processo di miglioramento. Infine, durante l’incontro i partecipanti si sono resi disponibili a partecipare ad un tavolo tecnico presso il Ministero alla Salute per un contributo progettuale di logistica sanitaria.

Lascia un commento

Top