Per le imprese elettricità meno cara ma gas in netto rialzo

gas-1

Nel quarto trimestre del 2016, l’Indice le spese relative all’acquisto di GAS (ICET-G), nel quarto trimestre 2016 l’Indice ICET-G, che misura l’andamento medio della spesa per la fornitura di gas naturale sostenuta dai profili tipo di imprese del settore dei servizi, registra un aumento (dopo quello del III° trimestre) del 4%. Il Costo Energia Terziario – Elettricità (ICET-E), che misura l’andamento della spesa per la fornitura di energia elettrica sostenuta in regime di maggior tutela dalle imprese del terziario, segna un calo del 4,1% rispetto al trimestre precedente.

L’indicatore scende a 120,22 contro i circa 125,6 del terzo trimestre 2016. Il calo è dovuto al parziale riequilibrio dei prezzi per l’approvvigionamento dei servizi per il dispacciamento di energia elettrica a seguito degli anomali rialzi verificatisi nel III° trimestre del 2016. In calo anche il costo del dispacciamento con un -36% che fa rientrare l’allarme per l’aumento record del precedente periodo (+70%). Di segno opposto, ma di entità ridotta, si rilevano gli aumenti del costo dell’energia all’ingrosso. Sul piano tendenziale il quarto trimestre 2016, ad eccezione del III-trimestre, conferma il progressivo calo della spesa lorda per l’acquisto di elettricità delle imprese con un -5,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Si conferma la bassa incidenza in bolletta del costo dell’energia all’ingrosso sul totale della spesa (iva inclusa) ma continua a crescere il peso delle componenti fiscali e parafiscali (oneri, accisa ed imposta sul valore aggiunto) che si attesta al 57,6% contro il 57,4% dello stesso periodo del 2015.

MA IL GAS CONTINUA A CRESCERE

Le spese relative all’acquisto di GAS (ICET-G), nel quarto trimestre 2016 l’Indice ICET-G, che misura l’andamento medio della spesa per la fornitura di gas naturale sostenuta dai profili tipo di imprese del settore dei servizi, registra un aumento (dopo quello del III° trimestre) del 4%. L’Indice ICET-G si attesta a 101,2 contro i 97,33 del terzo trimestre 2016. Nel quarto trimestre 2016, l’indice Pfor, che viene utilizzato come parametro per misurare l’andamento del costo all’ingrosso della materia prima gas, mostra un rialzo del 14,5% rispetto al trimestre precedente. Rispetto al 2015 il costo del gas naturale per le imprese del terziario certifica una contrazione pari al -12,3%, ribasso dovuto principalmente al calo del prezzo della materia prima sui mercati all’ingrosso e alla contrazione degli oneri infrastrutturali. L’aumento dell’indice ICET-G nel quarto trimestre 2016 è riconducibile alla crescita del prezzo della componente “materia prima” (+10% rispetto al terzo trimestre 2016, -17,3% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno) legata alla naturale stagionalità autunnale, con attese di maggiori consumi, e ad un adeguamento degli oneri infrastrutturali (-3,3% rispetto al terzo trimestre 2016, -10,4% su base annua), mentre la spesa a copertura degli oneri di sistema rimane stabile su base congiunturale. In seguito all’ultimo aggiornamento, le componenti del costo della fornitura registrano alcune variazioni nel loro peso rispetto ad un anno prima: il corrispettivo energia arriva a pesare il 45% contraendosi di circa 3 punti percentuali, viceversa il peso degli oneri di sistema e della componente a copertura degli oneri infrastrutturali aumentano rispettivamente al 5,3% e al 28%.

Lascia un commento

Top