Le aziende alimentari italiane incontrano
la grande distribuzione di San Paolo e New York

BrasileCibusMarketCheckProsegue il tour di Cibus per portare i manager delle aziende alimentari italiane nei mercati ad alto potenziale. Nelle due ultime due tappe San Paolo a New York si è valutato come il prodotto italiano è presentato nei supermercati  incontrando all’interno dei punti vendita buyer e category manager della Gdo locale. (nella foto l’incontro tra buyer locali e aziende italiane a San Paolo).Gli export manager di imprese come Mutti SpA, Monini, Parmareggio, Casale SpA, Noberasco, Coppini Arte Olearia, Delicious Rizzoli, Saviola SpA, Fattorie Giacobazzi, Formec Biffi e altre ancora hanno visitato, in Brasile i supermercati di Wal Mart, Sam’s Club, Extra, Carrefour, Zaffari, Pao de Acucar, Emporio Santa Maria e a New York i punti vendita di Costco, Fairway, Pathmark, Stop & Shop, Trader’s Joe e Wholefoods. Nel corso dei due appuntamenti le aziende hanno incontrato i buyer delle catene distributive per conoscere i mercati e gettare le basi per nuovi accordi commerciali.

Brasile e Usa  hanno ospitato il terzo e quarto appuntamento del Cibus Market Check (organizzato da Fiere di Parma, Federalimentare/Confindustria, con la collaborazione della Regione Emilia Romagna) tour che si concluderà a novembre in Cina, in occasione del Food Hotel China. Tutte  iniziative preparatorie della grande fiera Cibus 2014 che si terrà a Parma dal 5 all’8 maggio 2014. Obiettivo delle varie tappe è quello di approfondire la conoscenza dei mercati locali e i trend di consumo per poter tradurre questi spunti in opportunità di business concreti.

“Anche se conoscevo bene il mercato brasiliano e i suoi retailer”, ha commentato Juan Pablo Carnevale, export manager di Mutti Spa, “è stato molto utile dialogare con i principali attori locali e sopratutto parlare con il management di ciascuno di loro per capire meglio strategie, problematiche e piani futuri”. Di parere positivo sulla concretezza del progetto anche Francesco Muratori, export area manager, Parmareggio SpA: “Dopo questa visita ho sicuramente le idee più chiare per definire la nostra strategia di sviluppo del marchio e di come approcciare il mercato”. Dello stesso avviso Luca Conti, export manager, Monini SpA: “L’esperienza di store checking guidata è stata completa, particolareggiata e propositiva al punto che siamo arrivati a parlare di business opportunities direttamente nei punti vendita. L’apertura degli interlocutori incontrati nei diversi punti vendita è stata più che all’altezza delle aspettative, e la disponibilità a fornire informazioni, anche sensibili, e contatti commerciali molto apprezzata”.

Anche la tappa statunitense di New York ha riservato incontri importanti negli store check come riassunto nella dichiarazione di Gabriele Noberasco, vice presidente dell’omonima azienda, che ha partecipato a 3 tappe nel corso del 2013: “Cibus rappresenta una realtà di un dinamismo innovativo mai riscontrato prima nel nostro settore. La tappa di New York è stata, proprio per i particolari aspetti che caratterizzano sia il confronto che la presa di contatto con la distribuzione americana, coinvolgente e stimolante, in particolar modo per noi, essendo quello americano uno dei mercati di riferimento per consumo e innovazione del prodotto del nostro settore merceologico”.

Lascia un commento

Top