Latham & Watkins ha assistito Schumann nell’acquisizione di Sisal

Latham & Watkins

Latham & Watkins ha assistito Schumann nell’acquisizione di Sisal Group Spa.

Lo studio Latham & Watkins ha assistito Schumann Spa., società indirettamente controllata da fondi CVC Capital Partners nell’emissione obbligazionaria high yield per un totale di 725 milioni di euro mediante il collocamento di 400 milioni di obbligazioni senior a tasso fisso, garantite e non convertibili, con scadenza nel 2023 e di 325 milioni di obbligazioni senior, a tasso variabile, garantite e non convertibili, con scadenza nel 2022, funzionale all’acquisizione e al rifinanziamento di Sisal Group Spa.

SisalLatham & Watkins ha messo in campo un team composto dai soci Antonio Coletti, Stefano Sciolla e Jocelyn Seitzman e dagli associate Matthew Dunlap, Giovanni Spedicato, Guido Bartolomei, Alessia Trevisan, Luca Maranetto e Giovanna Garbarino e, per gli aspetti regolamentari e di diritto amministrativo con un team composto da Cesare Milani e Francesca Serafini. I soci Marcello Bragliani e Jay Sadanandan, assistiti dagli associate Gabriele Pavanello, William Lam, Federico Maria Imbriani e Lisa Law hanno seguito i profili banking. Lo Studio Annunziata & Conso ha seguito, insieme a Latham & Watkins, gli aspetti regulatory dell’operazione, con un team composto dal Professor Filippo Annunziata, Andrea Conso e Antonio Di Giorgio.

Lo Studio Tributario Associato Facchini Rossi & Soci ha assistito la società per gli aspetti fiscali con un team composto dai soci Luca Rossi e Marina Ampolilla e dagli associate Laura Golinelli e Valentina Buzzi. I Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners, Morgan Stanley, Credit Suisse, UniCredit Bank e i Joint Bookrunners, BNP Paribas, Deutsche Bank e UBS Investment Bank, sono stati assistiti per gli aspetti di diritto statunitense da Cravath e per gli aspetti di diritto italiano e inglese da Linklaters.

Lascia un commento

Top