Lamborghini: il nuovo Ad è Stefano Domenicali

Stefano Domenicali, ex direttore della gestione sportiva della Ferrari e vicepresidente New business initiatives Audi Ag, è stato nominato presidente e Ad di Automobili Lamborghini, con effetto a partire dal 15 marzo.

Ce lo ricordiamo tutti in tuta rossa ai box della ferrari con cuffia in testa l’ex direttore sportivo della casa di Maranello in concitate comunicazioni con team e piloti. Dal 15 marzo Stefano Domenicali sarà il presidente e amministratore delegato della gloriosa Lamborghini. Prende il posto di Stephan Winkelmann, che dopo 11 anni di gestione lascia la guida della Casa di Sant’Agata per assumere l’incarico di Ad di quattro GmbH, il ramo sportivo di Audi Ag. “Stephan Winkelmann, nei suoi undici anni di gestione, ha fatto di Lamborghini un marchio leader tra i costruttori di supersportive a livello internazionale. Il suo successore, che vanta altrettanta esperienza nel settore, ne raccoglie i grandi risultati per proseguire con successo sullo stesso cammino”, commenta Rupert Stadler, amministratore delegato di Audi Ag e chairman del CdA di Automobili Lamborghini Spa.

VENDITE RADDOPPIATE DAL 2004 AL 2015 PER LAMBORGHINI

Logo_della_Lamborghini.svg“Ho guidato l’Azienda per un lungo periodo”, ha detto ieri sera Winkelmann, “cercando di esaltarne il potenziale e di raggiungere traguardi ambiziosi. I dati di business dimostrano una crescita costante con un evidente sviluppo dei prodotti, dei processi e delle performance in ogni ambito della vita aziendale. Ho avuto, assieme ai miei colleghi del board, la soddisfazione di vedere approvato il terzo modello che si farà a Sant’Agata a partire dal 2018. Questi successi non sarebbero stati possibili senza la passione, la competenza, la creatività e il coraggio che fanno parte del Dna di questa Azienda e soprattutto delle straordinarie persone che vi lavorano. A tutti loro vorrei rivolgere un sentito grazie”. Nel periodo dal 2004 al 2015 – ricorda la Casa bolognese – le vendite sono raddoppiate e il fatturato è aumentato di oltre tre volte. La rete commerciale è triplicata, contando oggi su 135 concessionari in 50 paesi e il numero attuale dei dipendenti, 1.300, è praticamente raddoppiato.

UNA CARRIERA PER LA FERRARI

Dopo essersi laureato in Economia e Commercio all’Università di Bologna Domenicali è stato assunto in Ferrari nel 1991, lavorando prima nel comparto amministrativo dell’azienda, dove si è occupato dei rapporti interni con Fiat. Passato alla Squadra Corse, nel suo primo incarico ha seguito lo sviluppo del circuito del Mugello. Nel 1995 è capo del personale della Gestione Sportiva, gestendo anche le sponsorizzazioni; alla fine del 1996 è divenuto Team Manager. Dopo un breve periodo in cui ha ricoperto la carica di capo della logistica, dal 2002 fino al 2007 è stato Direttore Sportivo, seguendo ogni gara e curando i rapporti tra la squadra e le autorità sportive. Dal gennaio 2008 Stefano Domenicali ricopre il ruolo di Direttore della Gestione Sportiva, andando a sostituire Jean Todt, promosso alla carica di amministratore delegato di Ferrari SpA. Dopo 23 anni di servizio in Ferrari, nel nell’aprile del 2014, Domenicali rassegna le dimissioni in seguito alla perdurante crisi di risultati in pista (un solo titolo costruttori e nessun titolo piloti conquistato in sei anni) sostituito da Marco Mattiacci. Nel novembre dello stesso anno entra a far parte di Audi.

Lascia un commento

Top