La Scala cresce oltre le attese e nomina due nuovi soci

La Scala cresce oltre le attese e nomina due nuovi soci

Pochi giorni dopo avere annunciato la trasformazione da Studio Legale a Società tra Avvocati per azioni, l’Assemblea dei soci di La Scala ha esaminato i primi conti consuntivi del 2017. Il giro d’affari consolidato del gruppo ha superato le previsioni, raggiungendo quota 24,236 milioni di Euro e registrando un incremento del 25% rispetto al 2016. Gli utili dopo le imposte supereranno così i 5 milioni di euro.

Alla fine del 2017, La Scala contava su 270 risorse nei suoi 9 studi italiani, comprendendo 170 professionisti e uno staff di 100 persone. Numeri destinati a crescere ulteriormente, come previsto dal piano strategico 2018-2020 realizzato con l’assistenza di KPMG Advisory. Il processo di istituzionalizzazione di La Scala, che ha portato alla svolta nella struttura societaria per dotarsi di una struttura sempre più coerente con la propria vocazione di “Impresa legale”, impatterà sul sistema di rendicontazione dei risultati che godranno di sempre maggiore trasparenza. L’Assemblea dei soci ha altresì potenziato l’area Banche & Finanza ammettendo alla partnership Francesco Concio ed Eva Tiboni, entrati ambedue nella sede di Milano di La Scala nel 2012.

Francesco Concio, 38 anni, laureatosi all’Università degli Studi di Milano Bicocca, è referente e coordinatore del team “contenzioso giudiziale” all’interno del dipartimento Legal Recovery giudiziale. Si occupa principalmente di contenzioso massivo nell’area bancaria e finanziaria, con focalizzazione sul recupero crediti.

Eva Tiboni, 39 anni, laureatasi all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, ha conseguito un Master di specializzazione “Avvocato d’affari” nel 2011 presso la Scuola di Formazione de Il Sole 24ORE. Con esperienze maturate eminentemente nell’area della gestione dei non performing loans e delle due diligence, segue una clientela composta da primari istituti di credito, fondi e servicer.

 

Lascia un commento

Top