La Regione Puglia si affida a Exprivia

1578376_635671950173187658_Immagine_2_399x290

ePrivacy di Exprivia, adottato dalla Regione Puglia, permette di gestire i consensi dei pazienti mediante un’unica piattaforma sia per il dossier che per il fascicolo Sanitario Elettronico.

La Regione Puglia, conformandosi alle linee guida emanate dal Garante della Privacy in tema di protezione dei dati personali in ambito sanitario, ha adottato la soluzione ePrivacy realizzata da Exprivia, specializzata in tecnologie informatiche e servizi It quotata in Borsa Italiana, volta alla gestione del consenso informato. e Privacy è permette di organizzare i dati sensibili dei pazienti – raccolti anche mediante gli strumenti più avanzati come la firma grafometrica – sia nell’ambito dei dossier Sanitari Elettronici gestiti dalle singole strutture visitate dal paziente, sia all’interno del fascicolo Sanitario Elettronico gestito a livello di Asl o di Regione. Nello specifico, il modulo avviato dall’ente Regione Puglia è denominato “Gestione Privacy Edotto” (GPE), in quanto è integrato con il Sistema Informativo Edotto e gode della stessa interfaccia grafica, consentendo l’interazione con tutte le applicazioni presenti nel Sistema stesso.

La soluzione gestisce l’acquisizione del consenso generale e del consenso alla costituzione del FSE – Fascicolo Sanitario Elettronico, oltre che il consenso all’alimentazione sia del Fascicolo che del Dossier Sanitario, in maniera tale da favorire l’accesso alla documentazione clinica del paziente contenuta in essi e prodotta dai vari applicativi del sistema informativo. ePrivacy è stato realizzato da Exprivia Healthcare It, società del Gruppo Exprivia specializzata in tecnologia informatica per il mercato sanitario e della pubblica amministrazione locale, e per la prima volta in Italia è stato avviato dall’Azienda ULSS 1 di Belluno all’interno delle strutture sanitarie aziendali, per la gestione dei dati sensibili dei 126.000 mila utenti residenti nell’area.

Lascia un commento

Top