La formula SLOW BRAND di Patrizia Musso

A quattro anni dalla prima edizione, Patrizia Musso aggiorna l’analisi di un fenomeno del mondo del branding che non sembra diminuire.

Sempre più numerose sono infatti le proposte “slow”: alcuni brand rallentano e allungano i tempi di contatto con i propri consumatori sia nell’advertising tradizionale e digitale sia nel retail; cercano di coniugare successo e sostenibilità agganciandosi a valori forti e contenuti densi e dando risalto a concetti per far riflettere i consumatori. Compiono infine scelte innovative coinvolgendo veri consumatori o addirittura propri dipendenti al posto di testimonial.
E, allora, come si diventa uno slow brand oggi? Rileggendo in chiave slow tutti gli strumenti della comunicazione d’impresa e raccogliendoli in quattro grandi aree tematiche – le slow advertising; gli slow places; le slow factory; il paradossale slow web – il testo enuclea gli elementi portanti di questa trasformazione, arricchendosi di nuovi casi aziendali e proponendo nuove istanze capaci di fornire indicazioni utili a guidare le imprese contemporanee.

Patrizia Musso ha ideato e dirige dal 2001 Brandforum.it, osservatorio culturale sul branding. Dai primi anni Novanta è docente a contratto all’Università Cattolica di Milano, dove insegna Storia e Linguaggi della pubblicità e Forme e Strategie della comunicazione digitale e dal 2015 tiene il primo laboratorio italiano di Marketing aziendale e Internal Branding. Consulente strategico per diverse aziende e senior trainer, ha al suo attivo numerosi articoli sui temi della comunicazione di marca e d’impresa; per FrancoAngeli è autrice di I nuovi territori della marca (2005), Internal Branding (2007) e Brand Reloading (2011).

Lascia un commento

Top