K&L Gates Milano affianca Plan International

K&L gates

Lo studio legale K&L Gates affianca l’Ong Plan International Italia impegnata in una operazione benefica dedicata ai bambini.

Lo studio legale K&L Gates dal 2015 fornisce assistenza legale all’associazione Plan International una delle più autorevoli e indipendenti Ong al mondo impegnata nella somministrazione di cibo, riparo, cure, istruzione e supporto psicologico, protezione dei bambini da ogni forma di abuso. Circa 80 anni fa l’associazione inventò l’adozione a distanza promuovendola a livello globale con l’obiettivo di creare un mondo dove tutti i bambini possano realizzare le proprie potenzialità all’interno di una società che rispetti la loro dignità e i protegga i fondamentali diritti umani. Una missione sostenuta anche dalla sede di Milano dello studio legale internazionale K&L Gates, che nel 2015 ha deciso di sostenere Plan International Italia per tutto ciò che concerne gli aspetti legali della sua attività. Una scelta che s’inserisce perfettamente nel programma che K&L Gates porta avanti a livello internazionale già da diversi anni in tutto il mondo, con programmi di sostegno a persone in difficoltà dall’Uganda all’Iraq, fino al Camerun e alla Cina, con un impegno di ore pro bono che nel 2015 ha toccato quota 70.000. “Abbiamo scelto di dare un concreto sostegno pro bono a Plan International Italia con il nostro supporto legale, dedicando loro circa 100 ore pro-bono nell’ultimo anno, proprio perché abbiamo capito l’importanza della loro missione e abbiamo visto chiaramente la passione e l’impegno profuso per i bambini in difficoltà”,  spiega il dottore commercialista Vittorio Salvadori (nella foto) di Wiesenhoff, partner dello studio milanese di K&L Gates che segue gli aspetti legali dell’Ong. Gli obiettivi dell’associazione ci hanno da subito colpiti e convinti, e quindi abbiamo deciso di scendere in campo fianco a fianco per dare una mano ai meno fortunati”.

DA 80 ANNI UN IMPEGNO A FAVORE DEI BAMBINI 

Sono oltre 570 milioni i bambini che vivono ancora in condizioni di estrema povertà, mentre ben 750 milioni non sono in grado di soddisfare i loro bisogni primari. Il baratro dell’indigenza è un pericolo inoltre per più di 950 milioni di minori che rischiano di cadere in povertà. Cifre fredde, terrificanti, che rendono un’immagine del Pianeta in grado di far capire quanta sofferenza e quante difficoltà segnino la vita dei bambini poveri in tutto il mondo. Per far fronte a questa immane calamità chiamata povertà, Plan International sin dal 1937 tutela i più piccoli e li aiuta a costruirsi un futuro migliore, partendo dall’importanza dell’educazione e dalla soddisfazione dei bisogni primari. “Il punto di forza della nostra partnership è essere trattati come veri e propri clienti, con la consulenza pro bono dello studio milanese di K&L Gates ci sentiamo seguiti con costanza e protetti”,  spiega Tiziana Fattori, direttore Nazionale di Plan International Italia. “Giudichiamo questa esperienza molto positivamente, in ogni occasione gli avvocati dello studio sono rivelati puntuali e precisi nelle operazioni legali, fiscali e tributarie in cui ci siamo trovati coinvolti. Fra le altre cose, K&L Gates Milano ci segue nella stesura dei contratti, nelle relazioni con la casa madre, nelle controversie con fornitori e possibili sostenitori, perfino negli attacchi ingiuriosi che talvolta subiamo sui social network”.

“Come membro del board e tesoriere mi occupo personalmente, insieme all’avv. Carolina Arroyo, delle questioni legali e fiscali che toccano Plan International Italia”, prosegue Salvadori. “Inoltre ci occupiamo di gestire i rapporti con la casa madre, per definire ad esempio i dettagli relativi alla gestione del marchio, oltre alla predisposizione dei verbali del consiglio direttivo e delle assemblee dei soci. Assieme agli altri colleghi del board, presieduto da Isabella Bossi Fedrigotti, seguiamo con attenzione anche la raccolta dei fondi, la gestione del patrimonio e gli investimenti da effettuare”. Un impegno pro bono che K&L Gates porta avanti in tutto il mondo con costanza e sempre maggiore impegno per dare un sostegno ai rifugiati, alle persone in stato di povertà, a chi ha subìto abusi di ogni genere, a chi è perseguitato per motivi religiosi e politici o a coloro cui vengono negati i diritti civili fondamentali. Basti pensare che nel periodo 2011-2015, gli avvocati delle sedi dello studio legale sparse in tutto il mondo hanno profuso oltre 250.000 ore pro bono per dare sostegno alle associazioni umanitarie o alle personalità che si distinguono a ogni latitudine per l’assistenza ai più deboli e poveri. Un coinvolgimento che ha visto quasi raddoppiare in soli 4 anni l’impegno di K&L Gates per i più bisognosi e indigenti, passando dalle 40.000 ore del 2011, alle 70.000 profuse nel 2015. Dati che emergono dalla pubblicazione in lingua inglese “For the Public Good”, consultabile integralmente a questo link http://www.klgates.com/epubs/pro-bono-report-2016/.

Lascia un commento

Top