Italia-Corea tra arte e business

Corea

Tra Italia e Corea corre buon business almeno per quanto riguarda gli scambi culturali e quelli commerciali. Oltre 44.000 visitatori sono transitati per vedere i tessuti coreani alla Triennale di Milano. E intanto la moda lombarda va in Corea, per accaparrarsi una fetta di un  mercato che vale 400 mln di euro.

Dal 29 giugno al 1° luglio 10 aziende lombarde sbarcano in Corea del Sud,un  mercato da 400 mln di euro e decimo partner mondiale. Intanto la mostra sull’artigianato coreano in Triennale, che si concluderà a settembre, registra in due mesi full con oltre 44.000 visitatori. La mostra coreana Making is Thinking is Making in Triennale di Milano, dedicata al design e all’artigianato contemporaneo ha evidenziato l’interesse da parte del pubblico italiano verso la cultura del Paese. La mostra organizzata da KCDF (Korea Craft & Design Foundation) emanazione del Ministero della Cultura, Sport e Turismo della Repubblica di Corea, in occasione della XXI Esposizione Internazionale della Triennale del Design, sarà aperta al pubblico fino al 12 settembre. La curatrice è Hong Bora, direttrice della Galleria Factory di Seoul e curatrice di mostre internazionali come nel 2015 “Wirkkala Revisited” al Design Museum di Helsinki.

A testimonianza del forte legame tra i due Paesi nel settore della moda e del design, la partenza, dal 29 giugno al 1° luglio, di 10 aziende lombarde di moda che sbarcheranno in Corea del Sud, decimo partner mondiale e mercato da 400 milioni di euro per la moda lombarda, per un percorso di sviluppo commerciale che prevede la partecipazione a “La moda italiana a Seoul”, tra le più importanti manifestazioni del mercato coreano.
Nell’ultima edizione sono state complessivamente 45 le collezioni italiane presentate ed oltre 900 i buyer presenti. Ad organizzare il percorso di sviluppo commerciale in Corea del Sud per le aziende di settore lombarde, Promos, azienda speciale per le Attività Internazionali della Camera di Commercio di Milano.
“Uno dei temi esplorati dalla mostra Making is Thinking is Making è il valore primario dell’artigianato e del design, che fa da ponte tra la tradizione e la contemporaneità. Ringraziamo i numerosi visitatori, italiani e non, che hanno visitato la mostra e ci auguriamo che gli scambi culturali, ma non solo, tra Italia e Corea continuino ad aumentare”, ha detto Nixie Kang, di KCDF (Korea Craft & Design Foundation).

Lascia un commento

Top