Italgas presenta il piano strategico 2018/2024

Italgas ha approvato ieri il piano strategico per i prossimi cinque anni.

“Le priorità del Piano Industriale” ha detto l’amministratore delegato Paolo Gallo durante la presentazione del piano industriale, “sono la crescita organica supportata da un robusto piano di investimenti, operazioni di M&A, miglioramento della competitività e della qualità del servizio reso ai clienti grazie anche ai programmi di innovazione tecnologica. In questo contesto assumono particolare rilievo il piano di installazione degli smart meters, che rappresentano il primo tassello del processo di digitalizzazione delle reti e che completeremo entro i primi
mesi del 2020, nonché l’avvio entro la fine del 2018 della Digital Factory che sarà il motore
per la completa digitalizzazione dei processi aziendali. L’adozione delle tecnologie digitali
consentirà ulteriori miglioramenti dell’efficienza operativa ed il miglioramento dei servizi
offerti alle società commerciali e ai clienti finali. L’effetto di queste azioni si traduce anche in un rafforzamento della nostra politica dei dividendi che, assumendo come riferimento il dividendo 2017, pari a 0,208 euro, vedrà un incremento pari al 4% per i prossimi tre anni, ma con un potenziale upside al 60% dell’utile netto consolidato”.

Highlight
 Piano di investimenti, incluse le acquisizioni pari 4 miliardi di euro
 Ulteriori investimenti per 1,6 miliardi di euro in acquisizione di reti di terzi a
seguito delle gare d’ambito
 Programma di digitalizzazione delle reti e dei processi aziendali e lancio della
Digital Factory nel 4°Q 2018
 Dividendi in crescita del 4% annuo con un potenziale upside al 60% dell’utile
netto consolidato
 Piano di investimenti (senza gare) a 4 miliardi di euro
Nel periodo 2018-2024 Italgas ha previsto un piano di investimenti di 4 miliardi di euro, in
crescita di oltre il 30% rispetto al precedente Piano, di cui 2 miliardi per lo sviluppo e il
miglioramento della rete, circa 800 milioni per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione
(compreso il completamento, entro il 2020, del piano di installazione dei contatori di ultima
generazione – smart meters), circa 450 milioni di euro riguarderà la realizzazione delle
opere di metanizzazione della Sardegna ed infine circa 420 milioni di euro sono
complessivamente destinati alla crescita attraverso operazioni di M&A e ai conseguenti
investimenti da realizzare sulle reti di nuova acquisizione.

Con la realizzazione di questo Piano di investimenti il numero dei contatori gestiti crescerà da circa 6,6 milioni (dato al
31/12/17) a circa 7,1 milioni di fine Piano (senza contare le società affiliate).
In aggiunta, un’ulteriore opzione di crescita è rappresentata dalle gare d’ambito con un
ammontare di investimenti complessivamente stimabili in circa 1,6 miliardi di euro,
comprendenti sia le acquisizioni di reti di terzi che investimenti tecnici da realizzare negli
ambiti aggiudicati, con una crescita del numero di contatori che arriveranno a fine Piano a
circa 8,5 milioni (senza contare le società affiliate).

Lascia un commento

Top