Investimenti: il vino rende il 160%

Ornellaia 1989 in einer Holzkiste, Bolgheri, Toskana, Italien

Vino: è investimento d’oro, +160% redditizio rispetto alla Borsa. I dati divulgati da Mediobanca dicono che per una bottiglia di Ornellaia, da 1 euro nel 2001 oggi la valutazione è di 5,4 euro a dimostrazione che l’investimento nel settore vinicolo è più redditizio di quello del settore finanziario.

Mediobanca ha presentato una ricerca commissionata da Ornellaia e che ha coinvolto anche Censis e Liv-ex.
A livello mondiale – sottolinea la ricerca -, un euro investito in vino nel 2001 è cresciuto a 5,4 euro a inizio 2016.
Lo stesso investimento su tutte le borse mondiali si sarebbe invece tradotto in un capitale finale di 1,6 euro. Ma
soprattutto, dai minimi di fine 2008, il medesimo euro allocato in un portafoglio di titoli vinicoli sarebbe cresciuto fino a 3,4 euro rispetto ai 2-2,5 euro fruttati dalle Borse mondiali.

Su quanto forte sia ormai la crisi di fiducia che disorienta il risparmiatore, inducendolo sempre più a “nascondere i soldi nel materasso”, basti pensare che negli anni della crisi (dal 2009 al 2014) gli oggetti di valore a disposizione delle famiglie italiane sono aumentati di 8,1 miliardi di euro, il contante di 11,9 miliardi, i depositi bancari di 61 miliardi, i risparmi postali di 46,7 miliardi, mentre i Titoli di Stato sono diminuiti di 17,2 miliardi e le obbligazioni bancarie addirittura di 144,7 miliardi. Secondo la ricerca, il 42,5% degli italiani, se avessero una ‘sommetta’ da parte, la investirebbero in una loro iniziativa, nuova o da rilanciare. Al secondo posto degli investimenti attrattivi, per il 30,6% degli intervistati, c’è l’industria alimentare e vinicola che convince gli investitori più che le aziende informatiche (19%), più che in grandi aziende multinazionali (9,8%) e più anche del made in Italy tradizionale (29%). Oltre che sui titoli azionari dei grandi produttori, si può investire quindi nel vino comprando le etichette più pregiate e i dati Liv-ex dimostrano che la crescita media della celebre cantina Ornellaia in 10 anni è migliore di quella dei First Growths e del Liv-Ex 100.

Lascia un commento

Top