Le 5 mosse di Firenze per rilanciare l’Oltrarno

oltrarno

Nuovi giochi per le aree bimbi di piazza Tasso e Scuderie, riqualificazione del verde in piazza Santo Spirito e 40 nuove panchine tra lungarno Torrigiani, piazza Demidoff e palazzo Vegni. Sono alcuni degli interventi finanziati per il 2015 nell’’ambito del protocollo d’’intesa per l’’Oltrarno presentato a luglio da Comune e Camera di Commercio di Firenze.

Il comitato di pilotaggio del Progetto Oltrarno, che riunisce istituzioni, associazioni e comitati del quartiere, ha individuato per il 2015 cinque interventi da finanziare e realizzare entro dicembre.
· Area giochi piazza Tasso: rifacimento rete recinzione, sostituzione attrezzature ludiche e interventi complementari di riqualificazione (30mila euro);
· area giochi Scuderie a Porta Romana: sostituzione attrezzature ludiche e interventi complementari di riqualificazione (20mila euro);
· piazza Santo Spirito: riqualificazione del verde con piante arbustive decorative (25mila euro);
· nuovo arredo urbano: Palazzo Vegni con 10 panchine e tre tavoli picnic, lungarno Torrigiani con 10 panchine e riqualificazione delle aiuole, piazza Tasso con 15 panchine e tre tavoli picnic, piazza Demidoff con quattro panchine (25mila euro);
· progetto Flight edizione 2015: ampliamento del festival delle luci per creare un percorso da piazza Repubblica/piazza Signoria a piazza Pitti e piazza Santo Spirito (50mila euro).

Nell’’ambito del progetto Oltrarno, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione un contributo finanziario di 100mila euro per il 2015 con il bando aperto per il rilancio del Vecchio Conventino e dell’’artigianato artistico, mentre Camera di Commercio di Firenze insieme agli Angeli del Bello ha dato il via al rifacimento delle saracinesche del quartiere (che verrà finalizzato nei prossimi giorni) e ad altri interventi per l’’animazione del periodo natalizio fino all’’ammontare massimo di 250mila euro.

Il progetto è spalmato su quattro anni e segue cinque linee strategiche: animazione economica e promozione turistica dell’’Oltrarno storico; sostegno alla creazione di nuove imprese artigiane e sviluppo di quelle esistenti attraverso agevolazioni, formazione e aggiornamento; iniziative di commercializzazione dei prodotti dell’’artigianato artistico fiorentino; individuazione di partner tecnici privati per lo sviluppo di progetti europei e la valorizzazione dell’’immagine del quartiere con soluzioni in grado di accentuare l’’atmosfera delle vie e piazze dell’’Oltrarno.

 

Lascia un commento

Top