Il 23 maggio si brinda al Padiglione del Vino

Dall’ambasciatore degli Stati Uniti d’America in Italia, John Robert Phillips al Ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, sino al Presidente del Comitato Scientifico del Padiglione del Vino e di Assoenologi, Riccardo Cotarella. E ancora, Marilisa Allegrini, Josè Rallo e Leonardo de’ Frescobaldi, noti imprenditori del vino insieme a Domenico Zonin, Presidente dell’Unione Italiana Vini, per finire con l’imprenditore cinematografico e presidente del Napoli Calcio, Aurelio De Laurentiis. E naturalmente, al padrone di casa, il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina che ha sostenuto fin dal principio questo progetto rappresentativo della produzione italiana, affidandone la realizzazione – congiuntamente con il Padiglione Italia – a Veronafiere-Vinitaly e al Comitato Scientifico.

Sono solo alcuni degli ospiti che sabato 23 maggio parteciperanno all’inaugurazione di “VINO A Taste of ITALY”, il Padiglione dell’esperienza vitivinicola italiana. Coordinato dal Comitato Scientifico del Mipaaf, ideato dall’Architetto Italo Rota, art director dell’installazione, e realizzato da Veronafiere-Vinitaly, è diventato già dai primi giorni di Expo il luogo cult per ambasciatori, ministri, imprenditori e media nazionali e internazionali, come la televisione ufficiale di Pechino, che alla vigilia dell’inaugurazione dell’Esposizione ha registrato un servizio speciale.

Ingredienti – I visitatori del Padiglione troveranno al suo interno la Biblioteca del vino, un’enoteca con bottiglie da tutta Italia. Qui saranno organizzate le degustazioni con i sommelier. Ci sarà poi una Cantina Web per gli acquisti e uno spazio sulla terrazza per gli eventi e i corsi di approfondimento per raccontare la viticoltura italiana, dai piccoli vignaioli di montagna ai produttori dei vini prestigiosi esportati in tutto il mondo.

 

Lascia un commento

Top