In edicola Adv di giugno dedicato alla creatività

Schermata 2013-05-21 a 15.36.56 Schermata 2013-06-06 a 15.49.04Distribuito in anteprima a Cannes, in occasione dell’International Festival of Creativity, arriva in edicola il numero di giugno di Adv Strategie di Comunicazione. Come si intuisce già dall’immagine di copertina, la creatività e di conseguenza il Festival che ne è simbolo fanno la parte del Leone (no pun intended) nella rivista, a partire dallo Speciale dedicato proprio al Creative Impact, l’araba fenice capace di moltiplicare efficienza ed efficacia degli investimenti in comunicazione.Da un lato, infatti, la crisi spinge sempre più le imprese a concentrarsi sui risultati di business, e le funzioni di marketing non sfuggono alla necessita di dare il proprio misurabile apporto a tale scopo. Dall’altra, la contrazione dei budget impone di massimizzare il rendimento degli stessi. “Fare di più con meno” è ormai un mantra diffuso e ripetuto quotidianamente. L’impatto creativo, cioè il valore aggiunto di una creatività di per sé capace di stimolare i touch point del target, rappresenta uno strumento utile a moltiplicare l’efficacia di un’attività di marketing. Estratto del numero in edicola http://www.advertiser.it/magazine/estratto-del-n-052013

Creatività però che va letta non più solo nel tradizionale significato di creatività pubblicitaria, bensì come attributo di ogni momento/fase della comunicazione. Creatività nello sviluppo di format media, nella definizione/profilazione dei target, nell’ideazione di contenuti. Creatività nei processi e nella delivery, creatività nello sviluppo di strategie di brand e nell’identificazione dei “fronti” dell’innovazione.

Festival a parte, non può certo mancare l’abituale articolazione di rubriche e approfondimenti, quali l’Inchiesta, dedicata al comparto delle Telecomunicazioni, grande investitore in comunicazione; o la presentazione di tendenze emergenti in ambito business, come il BYOD (Bring Your Own Device) e la social collaboration. Nella sezione marketing, inoltre, spiccano l’articolo dedicato all’industria culturale dei Festival come occasione di brand enhancement e la rubrica  – http://www.btboresette.com/wp-content/uploads/2013/06/AdV_giugno-2013_DM-1.pdf – curata dal direttore di questa testata, che affronta il mercato cinese non nella classico visone di “fabbrica del mondo” ma come mercato che, pur con le sue peculiarità di approccio, può essere accessibile anche alle Pmi, che nonostante tutto rimangono la spina dorsale di un sistema manifatturiero che vede l’Italia seconda in Europa solo alla Germania.

Lascia un commento

Top