In BPER si paga già col cellulare

Il gruppo BPER – www.gruppobper.it – ha attivato un progetto pilota per i pagamenti contactless utilizzando un telefono cellulare con l‘applicazione di pagamento sviluppata sulla micro SD. Si tratta al momento, di una fase sperimentale per la quale sono coinvolti 50 responsabili commerciali del gruppo BPER che hanno ricevuto in dotazione un cellulare dove i dati di una carta prepagata BperCard Pay Pass sono contenuti nella micro SD NFC (la nuova tecnologia per i pagamenti di prossimità). Abbinata all’applicazione BperCard Mobile Payment, la carta prepagata consente di effettuare i pagamenti al bar, dal giornalaio, dal panettiere e presso tutti gli esercenti che dispongono di un POS contactless. La durata della sperimentazione sarà di alcuni mesi, periodo durante il quale il Gruppo BPER, insieme alla divisione consumer della Banca di Sassari – emittente per il Gruppo delle carte di pagamento – valuterà i risultati della sperimentazione e l’opportunità di una diffusione ai propri clienti.

Dal punto di vista tecnologico l’applicazione prepagata virtuale, sviluppata da Oberthur Technologies – www.oberthur.com – sul sistema operativo di BlackBerry per il modello BB 9300 Curve, risiede sul secure element della micro-SD NFC. L’accesso al servizio avviene in modo immediato attraverso BperCard Mobile Payment e la transazione si perfeziona esattamente come per una normalissima carta prepagata contactless, avvicinando il telefonino al POS dotato di lettore contactless per importi fino a 25 euro; per importi superiori, dopo aver avvicinato il telefono al lettore, è necessario digitare il PIN della carta direttamente sul POS.

“La scelta tecnologica fatta da BPER di operare sulla micro SD NFC e non sulla SIM telefonica consente la massima autonomia rispetto all’operatore telefonico in quanto il secure element risiede al suo interno e non sulla SIM telefonica. Ciò permette di superare l’attuale situazione di stallo dovuta alla mancata convergenza degli operatori telefonici su un’unica piattaforma per il Mobile Payment, auspicata dal mondo bancario perché consentirebbe ulteriori importanti sviluppi”, ha detto Alessandro Poerio, amministratore delegato di Oberthur Technologies Italia, presentando il progetto.

Oberthur Technologies è uno dei primi fornitori mondiali di tecnologie in ambito sicurezza: sviluppo di sistemi, soluzioni e servizi relativi alla tecnologia del microchip (carte di pagamento, carte SIM, accessi, NFC…) e ai documenti di identità sicuri, tradizionali e digitali (carte di identità nazionali, passaporti, tessere sanitarie…). Fondata nel 1984, Oberthur Technologies impiega oltre 6000 persone. Con i suoi 50 uffici commerciali in cinque continenti, Oberthur Technologies vanta una rete commerciale internazionale in grado di seguire clienti in 140 paesi.

Il gruppo BPER è costituito da 9 banche commerciali, per circa 1.300 filiali a presidio della quasi totalità delle regioni italiane. Sesto gruppo bancario in Italia per numero di sportelli e terzo a matrice popolare, attraverso società partecipate o joint venture è attivo in tutti i principali segmenti di mercato. Le nove banche del Gruppo, tutte ben radicate nei territori d’origine sono: Banca popolare dell’Emilia Romagna (capogruppo), Banco di Sardegna, Banca Popolare di Ravenna, Banca Popolare di Aprilia, Banca Popolare di Lanciano e Sulmona, Carispaq-Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila, Banca della Campania, Banca Popolare del Mezzogiorno e Banca di Sassari.

 

 

Lascia un commento

Top