IMTS: Roboze espone le novità dedicate all’industria

IMTS 2018 sarà l’occasione per Roboze  di presentare ed esporre dal 10 al 15 settembre le sue ultime novità in occasione della principale fiera di tecnologia industriale del Nord America.

I numeri dell’International Manufacturing Technology Show e del complesso fieristico del McCormick Place di Chicago, nell’Illinois (dove Roboze ha recentemente aperto una sede) sono impressionanti: più di 2000 aziende espositrici, oltre 100.000 mq di esposizioni e 115.000 acquirenti in media provenienti da 112 Paesi diversi. Un’occasione unica per Roboze, che oltre ad essere tra i primi produttori di stampanti 3D FFF per il PEEK, è oggi sinonimo di sostenibilità e alte precisioni per il Metal Replacement. Un risultato importante, ottenuto anche grazie alla promozione di tutte quelle attività di ricerca e di sviluppo per la stampa di materiali compositi con fibra di carbonio, che hanno permesso all’azienda di diventare leader nella progettazione e nella vendita di soluzioni additive per la produzione di materiali ad alto contenuto tecnologico.

COSA PRESENTERÀ ROBOZE

Le stampanti 3d Roboze One, One +400 e Argo 500 sono progettate per garantire vantaggi alle aziende in termini di risparmio economico, riduzione dell’impatto ambientale e competizione dei prodotti sul mercato mondiale. Oltre a garantire sostegno alle strategie di base di un’azienda, Roboze ha puntato sullo sviluppo e sulla stampa di termoplastici ad alte temperature, offrendo ai clienti la possibilità di ottenere prototipi e prodotti finiti pronti per essere impiegati in più settori, anche in sostituzione del metallo.

I VANTAGGI OFFERTI IN ESPOSIZIONE

Il Metal Replacement è uno dei punti di forza di Roboze, perché permette di alleggerire materiali e prodotti nel settore Automotive e Aerospace, assicurando la diminuzione dei costi di carburante e soprattutto la riduzione di inquinamento ambientale. Tutto questo è possibile grazie alle proprietà dei tecno-polimeri, molto più simili al metallo che alla plastica. Un esempio su tutti è il PEEK, materiale utilizzato nei settori della trasformazione aerospaziale, automobilistico, elettronica, gas e nucleare, capace di resistere alla temperatura di lavoro massimale fino a 245°C senza subire deformazioni meccaniche e dimensionali. Nello specifico, il PEEK di Roboze (certificato NORSOK M710) è un polimero in grado di sostenere le proprietà meccaniche con una temperatura di uso continuo di 245°C. Alle proprietà termiche si associano proprietà di resistenza chimica straordinarie, che lo rendono resistente alla maggior parte dei solventi organici, basi e acidi. Quella dell’International Manufacturing Technology Show di Chicago è una grande opportunità per la crescita e l’innovazione tecnologica industriale, obiettivo a cui Roboze dedica gran parte delle sue attività, grazie ad un lavoro di squadra che l’ha vista posizionarsi tra i player più noti e importanti del settore.

Top