La Lombardia maglia rosa nei brevetti

Dalla conversione in energia elettrica dei fumi dei camini agli elettrodi per la cura del dolore nell’epilessia, dal consorzio per la protezione dei formaggi taleggio e provolone Valpadana alla società di consulenza che mette in contatto ricercatori e potenziali aziende investitrici: sono alcuni delle imprese che puntano sulla valorizzazione della proprietà intellettuale e che hanno incontrato oggi i rappresentanti della Commissione Europea durante il workshop in Camera di commercio di Milano Il ruolo della proprietà intellettuale a supporto delle piccole e medie imprese: la visione delle aziende.

Lo stato dell’arte in Regione

Tra invenzioni, marchi, disegni e modelli di utilità sono quasi 18 mila i brevetti depositati in Lombardia nel 2014, il 26,9% del totale italiano e sono in lieve crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (+0,3%). A Milano 14.504 depositi (+0,6%), seguita a grande distanza da Brescia (oltre mille) e Bergamo (600). Pavia, con il suo +22,7%, è quella che cresce di più.
Da un punto di vista settoriale, le 25.795 imprese innovative lombarde si occupano prevalentemente di chimica, farmaceutica, elettronica e trasporto aereo.

Il maggior numero di addetti opera nei settori dell’informatica, dell’ingegneria, dell’e-commerce e dell’elettronica. A Milano un’impresa su due e il 71% degli addetti in regione. Seguono Brescia (2.498 imprese con quasi 10mila addetti), Bergamo (2.208 imprese con circa 16 mila addetti) che si piazzano entrambe tra le prime dieci province italiane. Vengono poi Monza e Brianza (2.120 imprese e quasi 24 mila addetti) e Varese (1.626 imprese con circa 13mila addetti). Il valore della produzione del settore in Lombardia nel 2012 è di 104 miliardi, di cui oltre 78 a Milano.

Così in Italia
Sono oltre 112 mila le imprese innovative nazionali, con quasi 769 mila addetti. Milano primeggia tra le province per numero di imprese e addetti (rispettivamente 13.204 e 210.319), seguita da Roma (quasi 12 mila imprese e 128 mila addetti) e Torino (6.154 imprese e quasi 55 mila addetti). Il valore della produzione del settore in Italia nel 2012 raggiunge quasi i 198 miliardi di euro.

Lascia un commento

Top