Il Piemonte fa squadra per accompagnare le Pmi
verso i mercati internazionali

manofinestradellamenteConfartigianato Imprese Piemonte, Confartigianato Fidi Piemonte e Intesa Sanpaolo hanno siglato  un accordo per facilitare lo sbocco sui mercati esteri delle aziende associate. Le imprese della regione potranno ricevere un primo supporto dai due desk di consulenza nati con l’accordo presso la sede di Confartigianato Imprese e di Confartigianato Fidi Piemonte. Banca e associazioni datoriali promuoveranno, provincia per provincia, incontri mirati per presentare agli imprenditori le opportunità più interessanti e aderenti alle diverse realtà locali.
L’economia piemontese appare sempre più dipendente dall’estero. La propensione all’export era pari al 30% nel 2005, è arrivata al 34% nel 2011, e salirà al 36% nel 2013 con ulteriori attesi aumenti. Ma i mercati di sbocco sono sempre più lontani: nel 2015 il peso dei paesi emergenti sui mercati mondiali supererà il 50%, mentre le esportazioni delle imprese piemontesi sono molto concentrate verso i paesi sviluppati. Germania e Francia assorbono ancora il 28% dell’export della regione. Nonostante i notevoli progressi degli ultimi anni, infatti, poco più di un terzo dell’export piemontese è diretto verso i nuovi mercati ad alto potenziale.

L’accordo si pone l’obiettivo di supportare le aziende nella strategia di crescita all’estero grazie al ruolo di connector che Intesa Sanpaolo può svolgere tra i flussi commerciali e di investimento cross-border. La banca mette in campo una presenza in oltre 40 paesi, una copertura strategica nel Centro-Est Europa, in Medio Oriente e nel Nord Africa e società specializzate sui mercati, quali Stati Uniti, Brasile, Paesi UE, Russia, India e Cina. Le aziende associate potranno accedere a un programma completo di servizi, dalla partecipazione a fiere ed eventi fino alla promozione di vere e proprie missioni imprenditoriali.

L’accordo apre la via anche ai servizi a maggiore valore aggiunto, dalle soluzioni personalizzate di cash management, trade finance, investment banking, al supporto nella costituzione di partnership e joint-venture tra società italiane ed estere. Intesa Sanpaolo si occupa infine del monitoraggio costante dei mercati e di elaborare proposte sulla base delle nuove opportunità o dei rischi che dovessero manifestarsi. Le imprese possono accedere direttamente alle informazioni disponibili attraverso il portale Trade Esplora che Intesa Sanpaolo ha realizzato in collaborazione con la società francese Export Entreprise.  Un’offerta specifica è destinata alla salvaguardia dalle piccole e grandi turbolenze dei mercati commerciali e finanziari. Una delle soluzioni più innovative è Export Facile, che copre fino al 100% il rischio d’insolvenza dei debitori esteri a fronte dei crediti ceduti pro-soluto e che rappresenta una fonte di liquidità aggiuntiva e alternativa alle tradizionali linee di credito. Attraverso il portale GreenTrade le imprese possono seguire in autonomia l’andamento dei cambi e attivare direttamente strumenti di copertura del rischio.

Lascia un commento

Top