Grimaldi sceglie Barracuda Networks
per rinnovare completamente l’infrastruttura It

barracudanetworks-thumb-646x428-130744Gruppo Grimaldi, multinazionale di logistica, specializzato nel trasporto marittimo di auto, merci rotabili, container e passeggeri ha scelto Barracuda Networks per rinnovare la propria infrastruttura It. Il network, specializzato nel fornire soluzioni di sicurezza e storage in modalità cloud avanzate – http://www.barracuda.com -, si occuperà di alcuni aspetti chiave per il business di Grimaldi, come il funzionamento del sito di e-commerce, della posta elettronica e dei collegamenti da remoto tra le varie sedi del Gruppo.Con sede principale a Napoli, società controllate e succursali situate in più di 25 Paesi, il gruppo conta oltre 10.000 dipendenti e mette loro a disposizione tecnologie d’avanguardia. Il dipartimento It si trova a Napoli ed è composto da 20 persone che si occupano di sviluppo software e di gestione. L’azienda si avvale di un’architettura It piuttosto complessa, che comprende quattro data-center, uno dei quali a Napoli, una cinquantina di server e, solo in Italia, 450 client e altrettante caselle di posta. L’esigenza di Grimaldi è quella di semplificare la gestione della navigazione e della posta elettronica e di rendere affidabile la connessione a Internet per consentire a tutti gli utenti di collegarsi ai sistemi aziendali in modalità sicura e da qualunque area geografica.

logo Grimaldi“Le ragioni fondamentali che ci hanno spinto a scegliere le soluzioni di Barracuda Networks riguardano innanzitutto la varietà dell’offerta, che copre diverse aree, e risponde a esigenze diverse”, ha spiegato Giulio Capacchione, Edp manager Grimaldi. “Rapidità di implementazione,  semplicità dell’interfaccia, ottimo rapporto qualità-prezzo e poter sempre contare su un supporto tempestivo e di elevata qualità unita a un sensibile risparmio sui costi”.

Fondato nel 1947, il Gruppo Grimaldi è un gruppo multinazionale di logistica integrata, specializzato nel trasporto marittimo di auto, merci rotabili, container e passeggeri. Ogni settimana, le navi del gruppo scalano più di 110 porti nelle regioni che affacciano sul Mediterraneo e sul Baltico, così come in Nord Europa, Africa Occidentale, Nord e Sud America, contribuendo, in tal modo, allo sviluppo economico di diversi Paesi.

Lascia un commento

Top