Icma e Moodsign: sinergie che anticipano i tempi

di Vanna Pizzetti. Succede spesso che da attività in apparenza lontane tra loro nascano nel tempo delle sinergie interessanti. E’ quello che è accaduto quando Icma, azienda di Mandello Lario, da ottant’anni specializzata nella nobilitazione della carta, ha incontrato Moodsign, agenzia milanese che raccoglie in prestigiose pubblicazioni le anticipazioni di tendenze e stile nel settore della moda, cosmetico, automobilistico e del design. Grazie all’ausilio di professionisti e consulenti di settori diversi, questi trend-book offrono suggerimenti su colori, forme e materiali che fanno tendenza.
Queste due realtà attingendo ai loro rispettivi know-how hanno messo a punto una linea di carte che con le loro texture e i colori esprimono e interpretano i gusti e l’orientamento dei brand. Facciamo un esempio. Il colore più chic del prossimo anno è il verde? Stanno spopolando i tessuti vintage e piace tanto l’effetto metalizzato? Va di moda mescolare materiali diversi? Ebbene ci sono carte che esprimono nella scelta dei colori e nelle loro texture questi trend.

Carte disponibili in varie grammature e per le esigenze più disparate delle aziende, ad esempio per la loro immagine coordinata, per il packaging di un nuovo profumo o per la stampa di inviti ad un evento.
Molto evocativi i nomi scelti per questa nuova linea di carte, ciascuna in grado di creare e trasferire altrettante suggestioni: Absence con una palette colori tenui comprendenti beige, cipria e sabbia, Complex che esprime il senso di ibridazione dato dall’unione di materiali e colori diversi, da quelli naturali a quelli scioccanti fino ad arrivare a Contact dalla tattilità liscia, satinata e colori naturali che richiamano la sabbia, pietre, ossidazioni.

Icma non è nuova a questo tipo di progetto. Già nel 2002 l’azienda per la prima volta aveva presentato sul mercato carte per il packaging nei colori di moda verde acido, geranio, lavanda, fuxia, limone, blu Cina.
In 80 anni di attività Icma ha presentato circa 300 texture differenti, collaborato con oltre 5000 clienti, vellutato più di 1.000.0000 kg di flock, nobilitato carta per avvolgere quasi 13 volte la circonferenza terrestre.

Un impegno che sfocia anche in una gestione consapevole dell’azienda che può vantare la certificazione Fsc, autoproduzione del 90% del fabbisogno energetico con fonti rinnovabili, riciclo di tutte le acque di produzione, riduzione del fabbisogno idrico, utilizzo di materie prime eco-sostenibili, prove di cloro, metalli pesanti e ftalati. Tutti plus che nel 2012 hanno portato Icma a ricevere il premio Imprese Responsabili in Lombardia per le migliori prassi aziendali.

Lascia un commento

Top