I clienti non pagano? Meglio scoprirlo subito

RiskRating è un software di tipo Crm con integrate le funzionalità necessarie alla prevenzione di insoluti, che permette di reperire report di analisi e dettaglio dei clienti (e fornitori). In questo momento di difficoltà economica RiskRating potrebbe essere uno strumento utile visto che  segnala eventuali “sofferenze” dei clienti e quindi evita fastidiose e costose attività di recupero crediti. Il prodotto consente alle migliaia di micro, piccole e medie imprese italiane di individuare nei database ufficiali di Infocamere le anagrafiche dei clienti, e successivamente di visualizzare l’indicatore di rischio ovvero un rating a tre livelli (verde, giallo e rosso) che sta a indicare lo stato di salute dell’azienda. Il rating è calcolato incrociando dati di bilancio, di settore e di “negatività” (presenza di protesti di assegni o cambiali, procedure concorsuali e pregiudizievoli sugli immobili come pignoramenti o ipoteche legali e giudiziali). Il rating è erogato da Infonet, azienda specializzata nella fornitura di informazioni commerciali e rating su aziende, sviluppato in collaborazione con il dipartimento di statistica dell’Università Cattolica di Milano. Il sistema permette anche di scaricare diversi documenti/report di dettaglio che includono i dati di bilancio e relativi indici, informazioni camerali sull’azienda (capitale sociale, data inizio attività, settore merceologico, soci ed esponenti, interessenze, ecc..), la verifica della presenza di protesti o altri dati pregiudizievoli sull’impresa, i suoi soci o esponenti, oltre ad un’importante verifica sulla presenza o meno di beni immobili di proprietà sociale.

“Nel nostro processo di vendita, il rating rosso obbliga i commerciali a richiedere un pagamento anticipato, il verde implica un affidamento immediato di 10.000 euro e la concessione dei 30 gg Dffm, mentre per i clienti con rating arancio o con richieste di affidamento superiore ai 10.000 euro, approfondiamo la conoscenza del cliente tramite report di dettaglio: questi dati, valutati congiuntamente alla storia del cliente, definiscono l’importo di affidamento e i termini di pagamento concessi al cliente”, ha spiegato Piero Varriale di PentaLab durante la presentazione del prodotto. RiskRating non richiede investimenti hardware, è in cloud! Il costo è composto da una quota “fissa” a partire da 29,5 euro/mese per la versione in hosted oppure 40,25 per la versione Microsoft OnLine. Il “costo fisso” permette l’utilizzo della base applicativa, delle funzionalità Crm e dell’indicatore di rischio. Per chi è già in possesso delle licenze Crm di Microsoft tale quota fissa non è richiesta.

I servizi di ricerca anagrafica (opzionale), aggiornamento dell’indicatore di rischio, documenti di approfondimento, report e bilanci sono a consumo con pagamento online tramite carta di credito o a richiesta con bonifico bancario. Il prodotto è pronto all’uso per le aziende di piccole e medie dimensioni, ad oggi prive di un reparto “credit risk management”, che vogliono introdurre le tematiche di Crm e “prevenzione di insolvenze” nella propria gestione aziendale. Per aziende già in possesso di un reparto di “credit risk management” è consigliata una consulenza (offerta gratuitamente da Pentalab) per integrare il prodotto nei processi aziendali già esistenti. Il costo base include la licenza per l’utilizzo del Dynamics CRM 2011, strumento indispensabile per gestire le attività di marketing, vendita e customer-care della tua azienda.

Lascia un commento

Top