Huawei apre la strada alle tecnologie 5G in Europa

HuaweiHuawei punta le sue carte sui sistemi 5G anche in Europa. In occasione del 5G@Europe Summit di Monaco, che ha riunito i responsabili delle politiche europee, i fornitori leader di servizi e tecnologie Ict, si sono prese in esame tutte le soluzioni e le strategie più efficaci per raggiungimento questo importante obiettivo.Huawei sta investendo ingenti risorse in ricerca & sviluppo nel 5G e mira a trasformare questo investimento in un progresso tecnologico per l’Europa grazie a un approccio aperto che punta a coinvolgere tutti i partner di settore, le istituzioni, le università e le principali piattaforme di innovazione.

Il 5G@Europe Summit ha richiamato alcune degli esperti più autorevoli in Europa e nel mondo per analizzare le sfide e opportunità relative alla tecnologia 5G. “La tecnologia 5G avrà un impatto straordinario sul settore Ict e sulla nostra qualità della vita. Huawei sta spingendo affinché il 5G diventi una realtà”, ha commentato Wen Tong responsabile delle tecnologie di comunicazione presso i laboratori 2012 LAB di Huawei. “Abbiamo iniziato a investire nel 5G nel 2009 e abbiamo intenzione di destinare ulteriori 600 milioni di dollari alla ricerca e l’innovazione nel campo delle tecnologie 5G entro il 2018”. La destinazione degli investimenti di Huawei in questi ambito è il programma europeo Horizon 2020 e per  il Centro Europeo di Ricerca Huawei (ERC). Secondo il colosso le prime reti 5G saranno pronte per la distribuzione commerciale nel 2020 e offriranno una capacità superiore a mille volte quella delle reti mobili attuali, con una velocità di trasferimento dati che può superare i 10 Gbps. Sempre secondo l’azienda il 5G rivoluzionerà l’intera industria e faciliterà la nascita di nuovi settori innovativi. Ad esempio la rete mobile 5G, secondo l’azienda, favorirà lo sviluppo della piattaforma di cloud computing virtualizzata e l’internet of things (IoT), raggiungendo 50-100 miliardi di connessioni entro il 2020.

Nel libro bianco pubblicato lo scorso gennaio Huawei ha definito gli obiettivi fondamentali, tra cui la capacità, connettività massive, il supporto per una serie sempre più diversificata di servizi e un uso efficiente dello spettro, sottolineando inoltre che il 5G sarà strettamente correlato al successo della distribuzione globale della banda larga LTE (4G). In questo senso Huawei ha già fornito un contributo rilevante all’adozione di questa tecnologia, aiutando a sviluppare le prime reti commerciali europee 4G in Svezia e Norvegia. Attualmente le reti wireless realizzate da Huawei supportano più di 500 operatori di telefonia mobile e oltre due miliardi di abbonati mobili su reti 3G e LTE in tutto il mondo.

Lascia un commento

Top