Domani al via H-ACK WINE, l’hackathon del vino italiano

Scatterà domani per concludersi domenica 15 febbraio la seconda edizione di H-ACK WINE, il primo hackathon dedicato al mondo del vino.
Presso la sede di H-FARM Ventures (a Roncade, TV), si raduneranno oltre 300 giovani sviluppatori, specialisti della comunicazione e designer, provenienti da tutta Italia, per una 24 ore dedicata alla progettazione di soluzioni digitali e nuove idee per rispondere alle esigenze delle aziende sfidanti di quest’anno: Gruppo Vinicolo Santa Margherita, Zonin1821, Tenuta Col Sandago-­Case Bianche e Tommasi Family Estates.

I team che presenteranno le idee più innovative verranno premiati e potrebbero essere selezionati per partecipare a H-Camp, programma di accelerazione intensivo di H- Farm, dove potranno portare avanti il loro progetto e dare vita a una propria attività o piccola impresa innovativa. La squadra vincitrice dell’anno scorso, Wineein, per esempio, sta per lanciare la app Drinkup su Apple Store.

La seconda edizione di H-ACK WINE vuole porre l’attenzione sull’importanza della comunicazione in vista soprattutto della forte esigenza delle aziende italiane di esportare nei mercati emergenti, quali la Cina, in cui si riscontrano spesso problemi di comunicazione legati alle differenze linguistiche/culturali e alla scarsa conoscenza delle qualità e delle proprietà del vino italiano. Problematiche che potrebbero essere superate grazie a un miglior utilizzo dei nuovi canali di comunicazione come Weibo e WeChat, piattaforme particolarmente frequentate in Cina.

“Da sempre siamo impegnati nella ricerca di nuovi modi di comunicare il vino italiano integrando format tradizionali con nuovi strumenti dal forte taglio social ed educativo. Vinitaly e Vinitaly International rappresentano per noi i trampolini di lancio per ambiziose iniziative volte a rendere, attraverso i canali digitali, il dialogo B2C e B2B costante e proficuo. Ne è un chiaro esempio Vinitaly Wine Club, il portale che abbiamo lanciato nel 2013 dedicato alla scoperta della cultura enologica italiana”, dichiara Giovanni Mantovani, Direttore Generale di Veronafiere, partner di H-ACK WINE.

Lascia un commento

Top