Nei taxi di Milano la guida Expoincittà

taxi

Come annunciato giorni fa, è arrivata la guida di Expoincittà in taxi, un piccolo manuale con gli appuntamenti mensili e informazioni sugli eventi che si tengono in città che può essere d’aiuto sia per i turisti di Expo che per i cittadini milanesi. La presentazione è avvenuta questa mattina in Expo nello spazio istituzionale di Camera di commercio, Unioncamere Lombardia e Sistema Como 2015. Un’iniziativa nel quadro del progetto “Taxi per Expo”, che ha visto la creazione della Carta dei Valori e dei servizi per il settore dei Taxi, che fa il punto sulle caratteristiche di qualità del settore a Milano.

“Expoincittà, l’iniziativa promossa da Camera di commercio e Comune arriva ora sui taxi milanesi”, ha commentato Marco Accornero, consigliere della Camera di commercio di Milano e segretario generale dell’Unione Artigiani della Provincia di Milano. “I turisti troveranno a bordo del taxi il calendario degli appuntamenti che stanno animando la nostra città in questi mesi; un’iniziativa che va nella direzione di migliorare la qualità del servizio offerto dai taxi ma soprattutto promuovere l’accoglienza e la fruibilità culturale di Milano”.

L’indagine sui rappresentanti dei taxi

Se sull’iniziativa odierna ci sono aspettative alte, è anche perché l’effetto di Expo, al momento, ancora non si vede sui tassisti. Uno su tre, da inizio maggio, vede piccoli aumenti legati soprattutto agli stranieri, ma un ulteriore 33% ha segnalato piccole diminuzioni del business. Colpa anche degli abusivi, su cui la categoria è da anni in lotta.

A salvare i conti dei tassisti sono poche e specifiche tratte: vie della moda, Brera e Navigli, con in crescita anche la richiesta di andare in Stazione Centrale. In calo, invece, le tratte verso zona Fiera, Portello, Malpensa.

Ai tassisti, però, bisogna tirare le orecchie per quanto riguarda l’inglese e la possibilità di pagare con carta di credito, che sono le due note dolenti segnalate dai clienti.

Lascia un commento

Top