Con i soldi del MEF CDP avvia Patrimonio Rilancio

Cassa Depositi e Prestiti, CDP, guidato da Dario Scannapieco, ha costituito Patrimonio Rilancio

Patrimonio Rilancio è uno strumento straordinario a carattere temporaneo, alimentato da risorse del Ministero dell’Economia e delle Finanze MEF.

Tre tipologie di operatività

Questo strumento finanziario economico si rivolge alle imprese italiane che abbiano un fatturato superiore a 50 milioni di euro. Con questo fondo le aziende possono rafforzare la loro struttura patrimoniale.

Il portafoglio di interventi previsto dal fondo ha limitati impatti sulla governance e si compone di strumenti ibridi di patrimonializzazione e aumenti di capitale.

Fondo Nazionale Supporto Temporaneo (FNST)

Il fondo quindi prevede interventi economici temporanei rivolte solo ad aziende sane che hanno subìto danni economici a causa dall’emergenza Covid-19. Ma non solo.

Gli aiuti sono coerenti con le misure previste nel “Quadro Temporaneo per le misure di aiuti di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19”.

Gli strumenti utilizzati per erogare gli aiuti sono: aumenti di capitale, prestiti obbligazionari, prestiti obbligazionari subordinati convertibili e prestiti obbligazionari subordinati.

Fondo Nazionale Strategico (FNS)

Ma è previsto anche il coinvolgimento di altri investitori di mercato, in imprese con solide prospettive di crescita  per supportarne i piani di sviluppo attraverso la sottoscrizione di aumenti di capitale e prestiti obbligazionari convertibili.

Fondo Nazionale Ristrutturazioni Imprese

Il fondo è dedicato agli investimenti in aziende con temporanei squilibri patrimoniali e finanziari ma con adeguate prospettive di redditività.

L’intervento è in co-investimento con altri player e può attivarsi anche attraverso interventi di carattere indiretto e il coinvolgimento di fondi di turnaround.

Share
Top