Google finanzia la stampa italiana

google 08

Google mette sul piatto 12 milioni di euro per supportare la stampa italiana. E’ stato infatti firmato un accordo strategico con la Federazione degli Editori che prevede una condivisione dei ricavi e più informazioni.

d'AsaroQuello sottoscritto dal presidente degli editori Maurizio Costa e da Carlo d’Asaro Biondo (nella foto) strategic relations EMEA di Google è un accordo che punta a riconciliare le due pari dopo le tensioni causate dal mancato riconoscimento dell’importanza del diritto d’autore più volte richiesto da Fieg verso Google. L’accordo prevede il riconoscimento dell’importanza del diritto d’autore e la valorizzazione dei contenuti editoriali con l’utilizzo, attraverso revenue share, della soluzione di distribuzione mobile Google Play Newsstand e della piattaforma video YouTube; il riconoscimento dell’importanza per gli editori di disporre e utilizzare informazioni di valore strategico sul percorso degli utenti che navigano sui loro prodotti digitali, attraverso l’uso avanzato degli strumenti Google Analytics. infine
L’accordo riguarda quattro aree strategiche: mobile e video, analytics, strumenti di tutela del diritto d’autore e formazione. Secondo Maurizio Costa questo accordo consente agli associati Fieg di ottenere importanti vantaggi, per un valore complessivo, stimato in 40 milioni di euro al terzo anno, oltre che rafforzare la tutela e la valorizzazione dei prodotti editoriali e fare crescere la capacità di sviluppare forme di comunicazione multimediale e una maggiore digitalizzazione dei giornali viatico indispensabile per catturare nuovi lettori.

A fronte di questa pax Google ha previsto un investimento di 12 milioni di euro da plasmare nel triennio e che vede coinvolti gli editori associati Fieg che avranno accesso a strumenti e formazione su diverse aree strategiche come la distribuzione dei contenuti su dispositivi mobili attraverso Google Play Newsstand; utilizzo avanzato degli strumenti Google Analytics; sviluppo di una nuova strategia video attraverso YouTube, azione congiunta per la protezione dei contenuti online, a tutela del copyright dell’editore, attraverso gli strumenti messi a disposizione da Google, la creazione di un Digital Lab@Fieg, per trasferimento e condivisione di know how.

Lascia un commento

Top