Green Expo Point: a Oriocenter la vetrina del territorio

taglio nastro (800x460)

All’Oriocenter ci sono già 200 negozi; ma da ieri si è aggiunta una vetrina molto particolare: è il Green Expo Point, un angolo in cui 31 comuni della bergamasca (e una decina di aziende) proveranno ad attirare i molti turisti di passaggio nel centro commerciale per promuovere il territorio, gli eventi bergamaschi e, soprattutto, nuovi stili di vita ecofriendly, all’insegna dei buoni prodotti a Km zero.

Come anticipato, si tratta di un’iniziativa di sistema, promossa da Gate, primo Distretto dell’Attrattività nato dall’aggregazione di 31 comuni: Seriate, Albano Sant’Alessandro, Albino, Alzano Lombardo, Bagnatica, Bolgare, Brusaporto, Carobbio degli Angeli, Cenate Sopra, Cenate Sotto, Cene, Chiuduno, Colzate, Costa di Mezzate, Fiorano al Serio, Gazzaniga, Gorlago, Gorle, Montello, Nembro, Orio al Serio, Pedrengo, Pradalunga, Ranica, San Paolo d’Argon, Scanzorosciate, Trescore Balneario, Torre Boldone, Torre de’ Roveri, Vertova e Villa di Serio.

Tra i capofila anche la Provincia di Bergamo, Confcommercio, Confesercenti, Camera di Commercio, l’aeroporto, Oriocenter, Confindustria, Confartigianato, Coldiretti, Consorzi di produzione del Vino e Promoserio, oltre alle aziende Marchingenio, Bcl, Comelit, Cmg, Consorzio Tinteggiatori Orobici, Essenzialed, Neoncolor, Sea, Vetraria Imagna, Vezzoli pietre e Vibieffe.

Emblematico lo spirito dell’iniziativa, espresso dal presidente di Oriocenter Giancarlo Bassi.

“Quando abbiamo aperto Oriocenter molti hanno temuto che potesse cannibalizzare i piccoli esercenti e svuotare i paesi. In parte i timori erano fondati; ma ora è giunto il momento di ricambiare: questa vetrina permetterà a comuni e aziende di raggiungere moltissime persone (italiani, turisti e imprenditori) che transitano dal centro commerciale. La speranza è che questi soggetti sfruttino al meglio questa opportunità, riempiendolo di attività anche a Expo concluso”.

Lascia un commento

Top