Gambini ottiene 1 mln di euro dal Piano Juncker grazie a Cdp

gambini

L’azienda lucchese Gambini, Pmi specializzata nella progettazione, costruzione e installazione di macchinari per il converting di carta tissue in rotoli destinati al canale consumer e professional, ha ottenuto una linea di credito da 1 milione di euro destinata a sostenere l’innovazione e la crescita internazionale, grazie a SACE (Gruppo Cassa depositi e prestiti) e Credito Valtellinese (Creval).

Si tratta di una nuova operazione realizzata nell’ambito del “Programma 2i per l’Impresa” di Cdp, SACE e FEI (Gruppo BEI) che mette a disposizione delle Pmi italiane le risorse del Piano Juncker per supportare l’internazionalizzazione e l’innovazione. Il finanziamento erogato da Creval, garantito da SACE e contro-garantito da FEI*, consentirà alla società di investire in ricerca e sviluppo di brevetti per il rinnovo dei macchinari e nell’efficientamento dei processi produttivi. Investimenti funzionali a conseguire, attraverso l’innovazione, l’espansione nei mercati esteri (Europa, Cina e Stati Uniti). Gambini è un’azienda italiana, leader nella produzione di macchinari per la trasformazione di carta tissue, focalizzata alla ricerca e sviluppo di tecnologie innovative che assicurano il massimo livello di flessibilità e di prestazioni durante tutto il processo produttivo, garantendo l’eccellente qualità del prodotto finito. Un’offerta completa di linee e macchinari, sia per il settore consumer che professional, che si distinguono sul mercato per avanguardia tecnologica in flessibilità e in elevate prestazioni.

Lascia un commento

Top