FRI-EL Biogas Holding emette un minibond da 12 milioni

technologie_leistungenL’emissione del minibond da 12 milioni di euro dell’azienda altoatesina FRI-EL (advisor Finmark) rientra tra le prime operazioni quotate in Italia su Extra MOT PRO di Borsa Italiana. “Questa emissione”, dice Josef Gostner, vice presidente e amministratore delegato del gruppo FRI-EL Green Power, “contribuirà a realizzare i nostri obiettivi di crescita, diversificando le fonti di finanziamento e generando una visibilitá legata alla quotazione dello strumento di debito”. Tra i sottoscrittori del minibond Anthilia, BPM, BPER, Advam Partners, Pensplan e Sparkasse di Bolzano, mentre a fornire il supporto legale sono stati lo studio Orrick e lo studio Brandstätter. Il prestito obbligazionario prevede un tasso fisso del 4,90% e una durata di 7 anni con struttura amortizing con rimborso progressivo del capitale dal quarto anno. L’emissione del minibond è finalizzata a sostenere i progetti di sviluppo tra cui la realizzazione di un impianto per la valorizzazione del Forsu (Frazione organica del rifiuto solido urbano); questo progetto conferma la tradizione del gruppo FRI-EL: la continua ricerca dell’indipendenza energetica nazionale dai combustibili fossili e adesso anche di nuovi strumenti finanziari per realizzarla.

La decisione di FRI-El deve essere inteso come un importante segnale di fiducia al settore delle rinnovabili. FRI-EL Biogas Holding srl appartiene al gruppo FRI-EL Green Power di Bolzano, leader privato italiano nel settore della produzione e vendita di energia da fonti rinnovabili. L’azienda opera nel settore dell’eolico, che rappresenta l’attività attualmente più rilevante del gruppo, nel settore del biogas e nell’idroelettrico. La capacità installata lorda complessiva è di 596 mega watt con una produzione annua di 817 giga watt/ora, equivalente al consumo elettrico medio di oltre un milione di famiglie italiane e alla mancata emissione in atmosfera di migliaia di tonnellate di anidride carbonica.

Lascia un commento

Top