Frendy Energy mette in vendita Frendy Scotta

frendy-energy

Frendy Energy società attiva in Italia nella produzione di energia elettrica attraverso impianti mini-hydro e quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana dal 22 giugno 2012, intende cedere la quota del 51% detenuta in Frendy Scotta srl.

La società Frendy Scotta Srl è proprietaria di tre impianti mini idroelettrici sia su torrente (torrente
Orco), che su fiume ( fiume Tanaro). Sul torrente Orco l’impianto di La Peschiera (Pont Canavese), con una capacità installata di 850 kw ed una potenza media di concessione di 540 kw (circa 4.750 MW di produzione media annua), in tariffa omnicomprensiva sino al 31 maggio 2028; l’impianto di Monchiero 1 (Cuneo), con una capacità installata di 700 kw ed una potenza media di concessione di 600 kw (circa 3.500 MW di produzione media annua), senza alcun incentivo e in tariffa minima garantita ( RID) e l’impianto di Monchiero 2 ( Cuneo), con una capacità
installata di 450 Kw ed una potenza media di concessione di 375Kw (circa 2.200Mw di produzione
media annua) con tariffa minima incentivante GRIN sino al 31 marzo 2022.
La quota del 51% detenuta in Frendy Scotta Srl (entrata a far parte del gruppo Frendy Energy nel
gennaio 2014 a seguito di una operazione di reverse takeover), prevede: (i) la cessione di una quota del 45% alla Arnolfo Srl (società riconducibile alla famiglia Arnolfo e da anni impegnata sul fronte idroelettrico quale
diversificazione del proprio importante core business) e per il restante 6% alla S.R.C. Hydro srl
(società riconducibile al Gruppo Scotta). L’operazione in oggetto, che si configura come operazione
con parti correlate di maggiore rilevanza ai sensi della normativa vigente (avendo superato gli indici
di rilevanza dell’attivo e del passivo), ha ricevuto il via libera del cda riunitosi il 30 ottobre 2016, dove in particolare il preposto consigliere indipendente (Federico Oriani) ha dato atto di aver ricevuto un’adeguata informativa in merito all’operazione ed ha rilasciato parere favorevole in merito al compimento della stessa, sulla
convenienza e sulla correttezza sostanziale delle relative condizioni, con apposita relazione a corredo.
Il documento informativo sull’operazione, in conformità all’articolo 5 del regolamento OPC e
dell’Allegato 4 allo stesso regolamento OPC verrà messo a disposizione del pubblico nei termini
previsti dalle applicabili disposizioni di legge e di regolamento.

Il contratto preliminare di cessione del 51% della Frendy Scotta srl prevede un incasso complessivo
di 4.400.000 / 4.600.000 di euro tra equity e subentro nel finanziamento soci, dove il prezzo è soggetto
ad aggiustamenti derivanti da eventuali differenziali contabile (i.e. crediti, debiti, posizione
finanziaria netta) – in fase di elaborazione – risultanti oggi 31 ottobre 2016 quando è stata versata una congrua caparra confirmatoria dai promissari cessionari di 1.700.000 di euro (200.000 di euro da parte S.R.C. Hydro Srl e 1.500.000 di euro da Arnolfo Srl) mentre il saldo finale sarà corrisposto mediante bonifico entro e non oltre la fine dell’anno in corso.

Lascia un commento

Top