Formula low cost per il franchising di Crema&Cioccolato

La crisi occupazionale continua a mordere e a colpire soprattutto i giovani, tanto che nell’ultimo rapporto Istat sul secondo trimestre 2012 emerge come in 5 anni il numero degli occupati tra i 15 e i 34 anni sia diminuito di circa 1,5 mln, pari al 20%. In questo scenario, diventa particolarmente significativo che la società BMV srl, proprietaria di Crema&Cioccolato – www.cremaecioccolato.com -, marchio friulano di gelaterie in franchising, abbia di deciso di festeggiare l’apertura del negozio n.100 con un’iniziativa di valore sociale. Se per aprire una gelateria il diritto d’ingresso è normalmente pari a € 19,900, somma già piuttosto contenuta, per chi si affilierà nei prossimi mesi di novembre, dicembre, e gennaio 2013, la società ne garantisce la riduzione a 9.900 euro, offrendo così all’affiliato un potentissimo vantaggio economico, se paragonato alla spesa normalmente sostenuta (80/90 mila Euro circa) per aperture realizzate in autonomia.

Inoltre, avendo a disposizione un locale di almeno 50 mq in una città di almeno 50.000 abitanti, situato in una posizione centrale, di prestigio o all’interno di un centro commerciale, ci sarà per i nuovi affiliati la possibilità di ricevere tutta la gelateria a titolo gratuito, senza pagare né il diritto d’ingresso, né le attrezzature e gli arredi, garantendo in entrambe le occasioni tutti i benefici dell’offerta tradizionale. “In un periodo così delicato per la situazione patrimoniale e lavorativa delle famiglie italiane”, spiegano i due amministratori del brand Crema&Cioccolato, Lorenzo Mazzilli e Giancarlo Bertogna (nella foto), “abbiamo scelto, per festeggiare un importante traguardo raggiunto, di compiere uno sforzo economico ulteriore rispetto all’investimento che già effettuiamo in ogni locale che viene aperto”. Un’operazione economica che sfocia naturalmente nell’ambito del sociale. “Con un investimento minimo, o addirittura nullo, come nel caso di questa impareggiabile offerta”,continuano i due imprenditori, “diamo la possibilità di realizzare il proprio sogno imprenditoriale, investendo noi al posto dei nostri affiliati ed allestendo loro il locale completo di tutto: forniamo in comodato d’uso gratuito tutti gli arredi e le attrezzature, ci occupiamo della progettazione del locale, ed anche della formazione dei nostri affiliati, con lo scopo di creare dei veri e propri professionisti del settore”.

Fedele alla sua mission, che è dare un’opportunità di lavoro a tutti, la società friulana propone in sostanza un’offerta che ha dell’unico e dell’irripetibile, perché potrebbe significare per molti giovani (ma non solo) un punto di partenza o di svolta nella vita lavorativa. A dare forza alla proposta, sottolineano gli imprenditori friulani, “ci sono numeri importanti, che evidenziano la solidità e l’affidabilità della casa madre: 103 negozi affiliati, 11,5 milioni di Euro il fatturato del gruppo, 300 i lavoratori occupati, 27.000 le persone servite al giorno. Numeri che rendono bene l’idea”, commentano Marzilli e Bertogna, “di come questa realtà abbia messo radici profonde nel mercato italiano, affermandosi definitivamente come leader del settore”. A rendere appetibile e unica questa proposta di franchising, dunque, non sono solo la convenienza e la professionalità, “ma anche e soprattutto la semplicità attraverso la quale chiunque, grazie ad una guida che vanta un’esperienza decennale nel settore, può arrivare ad aprire e gestire la propria gelateria in franchising”.

 

Lascia un commento

Top