FondItalia: la formazione leva per lo sviluppo

FondItalia

Da un sondaggio realizzato da FondItalia (Fondo paritetico per la formazione continua) in collaborazione con ExpoTraining ed ExpoLavoro & Sicurezza e Fiera Milano emerge la convinzione che formazione continua possa rappresentare la leva strategica per lo sviluppo e l’internazionalizzazione del settore agroalimentare.
Ne è convinto il 61% degli imprenditori, dipendenti, quadri, liberi professionisti, consulenti e rappresentanti di associazioni datoriali raggiunto dal sondaggio Coltivare l’eccellenza. La strategia della formazione per l’agroalimentare italiano.
I risultati del sondaggio rivelano che per il 96% degli intervistati l’aggiornamento tecnico e l’incremento delle competenze specifiche possono fare la differenza nello sviluppo e nella competitività delle imprese del comparto all’interno dei mercati nazionali ed internazionali.
Il 55% ritiene, inoltre, che il peso del comparto agroalimentare sia pari a un terzo del complessivo scenario produttivo italiano, mentre il 57% di essi concorda nel dichiarare che si tratta di un settore in pieno sviluppo o che abbia ancora possibilità di crescita anche se solo all’estero (30% degli intervistati).
La formazione continua nel settore agroalimentare sarebbe in grado, per il 26% degli intervistati, di aumentare la produttività tra il 10 e il 20%. Inoltre il 75% dichiara che la formazione dei dipendenti del settore dovrebbe basarsi su modelli produttivi sostenibili.
Infine, il giudizio sull’Expo: per il 75% l’Esposizione Universale è un’ottima opportunità per rilanciare il settore e per sensibilizzare gli attori a intraprendere scelte oculate  per  una ripresa stabile e duratura.

Lascia un commento

Top