Fleet manager: una professione chiave per le aziende. Parola di Arval

Arval Italia, la società del gruppo BNP Paribas, leader in Italia nel noleggio auto a lungo termine e gestione flotte aziendali sosterrà il 1° Corso universitario di formazione permanente per fleet manager ( iscrizione entro il 2 novembre), organizzato dall’Università degli Studi di Bologna – Fondazione Alma Mater, A.I.A.G.A. (Associazione Italiana Acquirenti e Gestori di Auto Aziendali) e da Econometrica, società editrice di Auto aziendali magazine. “La crescita dell’importanza della figura dei fleet manager aziendale”, dice Andrea Solari, vice – direttore generale di Arval Italia, “ha consentito anche alle società di noleggio di sviluppare con le aziende un dialogo più costruttivo, favorendo il perseguimento di comuni obiettivi di gestione efficiente della flotta. Il contenimento dei costi, sia di processo che di gestione della flotta, le tematiche di sicurezza e gli impatti ambientali sono elementi che hanno assunto sempre più importanza all’interno delle policy aziendali. In questo contesto, il nostro sostegno al Corso universitario per fleet manager dell’ateneo bolognese risponde in pieno al ruolo di “expert advice” che ci ha sempre contraddistinto e che deve essere affiancato da una parallela crescita professionale di tutti i protagonisti del settore dell’auto aziendale, in primis dei fleet manager”.

“Negli ultimi anni”, dice Giovanni Tortorici, purchasing manager di Barilla e presidente di A.I.A.G.A, “la figura del fleet manager ha iniziato a ricoprire, all’interno degli organigrammi di gran parte delle imprese italiane, un ruolo fondamentale che necessita però di adeguata preparazione. Un ruolo che può essere svolto con maggiore professionalità anche grazie alla collaborazione con case automobilistiche e società di autonoleggio e per questo siamo lieti della sensibilità dimostrata da Arval nel sostenere questa importante iniziativa di formazione professionale”. Il Corso universitario per fleet manager, le cui iscrizioni sono aperte fino al prossimo 2 novembre, ha un costo per partecipante di 500 euro ed è rivolto a quanti già svolgono la professione di fleet manager e hanno esigenze di aggiornamento, nonché a giovani laureati in discipline economiche che ambiscono ad intraprendere tale carriera. L’inizio delle lezioni, che si svolgeranno a Bologna presso Villa Gandolfi Pallavicini, sede della Fondazione Alma Mater, è fissato per la metà di novembre 2012 e si prevedono 20 ore di didattica. Il programma del corso, partendo dalle tematiche gestionali di base della flotta di auto aziendali, ha l’obiettivo di affinare le conoscenze e le competenze dei fleet manager, fornendo gli strumenti più idonei per una gestione efficiente e sostenibile della flotta, al passo con i tempi e con le sempre più complesse esigenze di mobilità dell’impresa. Nel corso delle lezioni saranno affrontati temi quali la gestione fiscale e amministrativa dei parchi auto, i loro costi, l’acquisizione e la sostituzione degli autoveicoli, ecc. Per ulteriori informazioni consultare  http://www.unibo.it/Portale/Offerta+formativa/AltaFormazione/2012-2013/Fleet_e_Mobility_Manager_sviluppo_di_capacita_manageriali.htm?WBCMODE=PresentationUnpublished

 

Lascia un commento

Top