Eccellenze Toscane: il Comune di Firenze cambia marcia

Firenze

Il Comune di Firenze e Microsoft si sono uniti per creare le condizioni di adottare una vera svolta tecnologica dei servizi pubblici del capoluogo. I primi interessati da questo nuovo accordo sono gli oltre 4.000 dipendenti pubblici del Comune che avranno a disposizione tutti i moderni strumenti di comunicazione di Microsoft per migrare e adottare verso una modalità di lavoro più moderna e flessibile. A vantaggio di cosa? Di una maggiore efficienza e produttività.

Di questa nuova opportunità per il Comune di Firenze se ne è parlato in occasione della Major Cities of Europe Conference 2016, appuntamento annuale che ospita i principali referenti delle metropoli europee per fare il punto sull’impatto della digitalizzazione e delle nuove tecnologie sul futuro delle nostre città. Il caso del Comune di Firenze è stato presentato come esempio di eccellenza nell’ambito dell’innovazione delle modalità di lavoro in ambito pubblico, grazie all’adozione della piattaforma di cloud computing Office 365, che consentirà alle migliaia di dipendenti pubblici di condividere informazioni e collaborare su diversi progetti ovunque e in qualunque momento, accedendo facilmente, anche in mobilità, alla posta elettronica, agli applicativi Office e a soluzioni di comunicazioni integrata, con la massima garanzia di sicurezza.

Durante l’incontro speaker nazionali e internazionali di Microsoft si sono alternati, tra momenti di confronto e di formazione, per offrire un’overview sulle opportunità in termini economici e sociali che possono scaturire da un utilizzo sapiente delle nuove tecnologie in ottica di diffusione delle Smart City. Tra questi il direttore della divisione PA di Microsoft Italia, Simonetta Moreschini insieme a Rita Tenan, senior director, government industry di Microsoft EMEA, Claudia Bonatti, direttore della divisione Office di Microsoft Italia e Jose Antonio Ondiviela Garcia, western Europe Industry market development manager di Microsoft, sono stati protagonisti del Seminario dedicato alle nuove modalità di Smartworking per le pubbliche amministrazioni, durante il quale è stato presentato il progetto di svolta digitale del Comune di Firenze, introdotto da Luca Bertelli, responsabile della PO data center del Comune di Firenze.

In linea con i punti principali della Riforma della PA attualmente in gestazione, le piattaforme digitali possono abilitare un reale scenario di semplificazione dei processi di gestione interni e portare a un maggiore orientamento al cittadino e un maggiore efficientamento in termini di servizi offerti. In quest’ottica il Comune di Firenze ha scelto di puntare sull’innovazione non solo sulla posta elettronica ma una suite completa e integrata di servizi per l’ufficio e la collaborazione, dedicati all’incremento di produttività e efficienza. I dipendenti del Comune di Firenze potranno beneficiare di un servizio cloud in grado di rispondere alle nuove esigenze dell’amministrazione, di generare efficienze in termini di contenimento delle spese di manutenzione, dei costi/tempi di trasferta per le riunioni tra enti pubblici, godendo al contempo di funzionalità aggiuntive di comunicazione integrata e collaborazione capaci di inaugurare un nuovo modo di lavorare, in una logica di Smart Working. Sarà possibile usufruire dell’aggiornamento costante senza costi aggiuntivi, avere ampi margini di autonomia da parte dei dipendenti grazie all’intuitività delle tecnologie, usare le soluzioni anche in mobilità, da qualunque posto ed in qualunque momento, potendo contare su un backup sicuro e sulla scalabilità trasparente della soluzione, avere garanzia di compliance rispetto a sicurezza e privacy in linea con gli standard europei e utilizzare modalità di comunicazione e collaborazione evolute come chat, conferenze virtuali, condivisione di documenti e social network interni come Skype for Business.

“Abbiamo avviato un processo di cambiamento pensato per accrescere la flessibilità e l’efficienza della nostra amministrazione. Una scelta che va nella direzione di ottenere di più attraverso l’utilizzo della tecnologia, che rappresenta per noi un alleato importante in un’ottica di maggiore collaborazione tra i dipendenti, ma anche di una maggiore autonomia e di responsabilizzazione di tutte le figure che operano nel nostro Municipio. Le diverse funzionalità e gli strumenti innovativi di collaborazione come Skype for Business consentono infatti di lavorare anche in mobilità, garantendo un alto livello di efficienza e produttività. Il risultato di questa nuova modalità di lavoro sarà rappresentato da un ulteriore efficientamento dei servizi che ogni giorno forniamo ai cittadini, e che rappresenta per noi l’obiettivo finale e prioritario”, ha detto Francesca Pascuzzi, direttore dei servizi informativi del Comune di Firenze.

Lascia un commento

Top