Fincantieri costituisce una joint venture in Cina con Cssc

Fincantieri

Fincantieri e China State Shipbuilding Corporation (CSSC), il maggiore conglomerato cantieristico della
Cina, hanno firmato un accordo per la costituzione di una joint venture finalizzata allo sviluppo e alla crescita dell’industria crocieristica cinese.

La firma è avvenuta a Shanghai tra l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, il presidente di CSSC, Wu Qiang, e il presidente di CSSC Cruise Technology Development e del cantiere Shanghai Waigaoqiao Shipbuilding (SWS), Wang Qi.

“L’accordo firmato evidenzia una volta di più il primato delle competenze tecniche e tecnologiche di Fincantieri, e ci pone al centro di un progetto senza eguali al mondo che è promosso direttamente dal governo cinese attraverso un programma molto ambizioso”, ha detto Giuseppe Bono. “Ci siamo attrezzati per affrontare i nuovi scenari
internazionali, e oggi veniamo prescelti come il partner cantieristico dello sviluppo della crocieristica di un Paese che guarda con grande determinazione a questa industria. Anche la presenza del nostro principale cliente Carnival, che acquisterà le navi oggetto degli accordi, è di fondamentale importanza per il successo del progetto. Oltre che una vittoria e uno sprone per il futuro a lavorare ancora più intensamente, questo risultato ribadisce la capacità del Gruppo di cogliere per primo le opportunità ad alto potenziale strategico e quindi il ruolo di leader a livello globale in tutti i settori in cui opera”.

Lascia un commento

Top