Fideuram: utile stabile a 585 milioni

fideuram

Fideuram (Intesa Sanpaolo) archivia i primi nove mesi dell’anno con un utile netto a 585 milioni, sostanzialmente stabile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con una raccolta netta che sfiora i 6 miliardi di euro, in crescita del 5% rispetto ai primi nove mesi del 2015.

A fine settembre le masse amministrate ammontano a 192 miliardi con una crescita del 2% rispetto alla fine del 2015. Le commissioni nette sono state pari a 1,14 miliardi con un +2% sull’analogo periodo dello scorso anno. “Questi risultati”, commenta Paolo Molesini, amministratore delegato e direttore generale della società, “realizzati in un contesto spesso avverso dei mercati, dimostrano la nostra capacità di generare valore in modo robusto e sostenibile nel tempo. Oltre l’ottimo andamento del conto economico, vorrei sottolineare la forte progettualità strategica che ci anima e ci consentirà di rafforzare ulteriormente il nostro posizionamento”.  Il Gruppo – Intesa Sanpaolo Private Banking opera a livello europeo in sei paesi (Italia, Francia, Svizzera, Irlanda, Regno Unito e Lussemburgo).

Fideuram – Intesa Sanpaolo Private Banking, è orientata verso una clientela con disponibilità finanziarie elevate,opera mediante private banker che si occupano in prima persona del cliente e delle sue necessità. Fa parte del Gruppo Intesa Sanpaolo, che ne possiede l’intero capitale sociale. Inoltre, Fid- Intesa Sanpaolo Private Banking svolge la sua attività in cinque nazioni europee mediante nove società controllate: Fideuram Fiduciaria (Italia), Intesa Sanpaolo Private Banking (Italia), Fid Investimenti SGR (Italia), Sanpaolo Invest SIM (Italia), Sirefid (Italia), Fideuram Asset Management (Irlanda), Intesa Sanpaolo Private Banking (Svizzera), Fideuram Bank (Lussemburgo) e Financière  (Francia).

Lascia un commento

Top