Festa del Sukkot in Israele

La settimana di Sukkot, o festa delle Capanne, è caratterizzata da moltissimi eventi speciali, feste e manifestazioni per i turisti e per il popolo israeliano. Il clima di festa che avvolge il Paese prende il via nella maggior parte delle città con la fiera della Sukkah, una sorta di mercato dove è possibile trovare qualsiasi tipo di decorazione, oltre al Lulav (ovvero una composizione di quattro differenti piante, un ramo di palma, tre di mirto, due di salice che vengono legati fra loro unicamente con elementi vegetali, ai quali viene aggiunto un cedro.) e al Sukkot, ossia la struttura che serve a creare la capanna – Sukkah appunto – che verrà posizionata in giardino, sul balcone, presso i luoghi pubblici, fondamentalmente all’aperto. La festa di Sukkot richiama i quarant’anni che il popolo d’Israele ha trascorso nel deserto prima di raggiungere la terra promessa. Il nome Sukkot deriva da Sukkah, la capanna o dimora temporanea che gli Ebrei costruiscono per la settimana in cui ricordano tale ricorrenza. La Sukkah richiama le tende nelle quali gli Ebrei vivevano durante il cammino nel deserto. Durante questa settimana di festa, gli Ebrei sono soliti vivere alcuni momenti della giornata nella Sukkah: vi si possono consumare i pasti, si può trascorrere del tempo con la famiglia, oppure anche passarvi la notte. Sukkot ha anche un significato legato al mondo della natura: rappresenta infatti la festa del raccolto, e questo aspetto viene richiamato principalmente dalle quattro piante che compongono il Lulav Per i turisti che visitano il nord del Paese, è possibile partecipare anche a importanti eventi, come per esempio il 28° Haifa International Film Festival (www.haifaff.co.il) che si terrà dal 29 settembre all’8 ottobre e che vedrà la proiezione di 280 film provenienti da oltre 40 Paesi, oltre a 70 proiezioni di pellicole locali. Oppure il 33° Akko Fringe Theater Festival, dal 1 al 4 ottobre, che sarà caratterizzato da centinaia di esibizioni di artisti israeliani e internazionali (www.accofestival.co.il); o ancora il 20° Renaissance Festival con cavalieri, buffoni di corte e musica etnica che avrà luogo dal 1 al 5 ottobre nella Galilea Occidentale. Gerusalemme ospiterà la tradizionale Benedizione Sacerdotale al Muro del Pianto (Mercoledì 3 ottobre) e la coloratissima marcia con migliaia di israeliani e cristiani provenienti da tutto il mondo per celebrare la Festa delle Capanne cristiana (4 ottobre). Il 42 ° Abu Ghosh Vocal Music Festival (5-8 ottobre) richiamerà invece migliaia di appassionati di musica, che ascolteranno concerti di alto livello nelle chiese e cripte di un villaggio collinare appena fuori dalla capitale (www.agfestival.co.il). La regione del Mar Morto sarà invece animata dal Tamar Musica Festival (1-5 ottobre) che ospiterà concerti con le migliori stelle israeliani e internazionali, oltre a diversi concerti nella suggestiva Masada (www.tamarfestival.com). Inoltre per chi vorrà spingersi nella regione del Negev, potrà visitare il Kibbutz Sde Boker, casa natale del primo Ministro David Ben Gurion (www.bgh.org.il). Mentre più a sud, a Timna Park, si potrà ammirare l’annuale Hot Air Ballon Festival (3-5 ottobre www.parktimna.co.il).

Lascia un commento

Top