Fattura elettronica: Milano Bicocca è la prima
università a partire

3112011152243aL’Università Milano Bicocca ha introdotto la fatturazione elettronica, in anticipo sulle direttive ministeriali che la rendono obbligatoria dal 31 marzo 2015. Tra i vantaggi, riduzione del tempo di evasione delle fatture fino a 10 giorni, eliminazione dei costi di stampa e spedizione, disponibilità in real time e online di tutti i documenti contabili. Con questa introduzione, la trasmissione, la conservazione e l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con l’ateneo milanese potranno essere effettuati esclusivamente in forma elettronica. “Come Ateneo riceviamo circa 20.000 fatture all’anno”, ha detto il direttore generale dell’ateneo Candeloro Bellantoni, “che vengono evase in media in 50-60 giorni. Con l’introduzione della fatturazione elettronica, contiamo di poter ridurre i tempi di pagamento di almeno 8-10 giorni. Siamo arrivati in anticipo a questo obiettivo anche grazie alla collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio, nostro partner tecnico e istituto cassiere dell’Università”.

I vantaggi andranno dall’azzeramento dei costi di stampa e di spedizione delle fatture all’eliminazione totale dei tempi di protocollazione e di tutte le attività manuali, a cominciare da operazioni semplici come l’apertura della corrispondenza. Verranno inoltre eliminati i costi legati agli spazi destinati agli archivi dei documenti cartacei: tutti i dati contabili saranno online e disponibili in tempo reale per gli uffici interessati. Il progetto verrà condotto in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio, istituto cassiere dell’Università di Milano-Bicocca, che opererà in qualità di intermediario tra il fornitore e l’ateneo e che ha messo a disposizione la piattaforma elettronica sulla quale è stata effettuata la sperimentazione, conclusasi lo scorso giugno.

La fatturazione elettronica fa parte delle iniziative di digitalizzazione e di materializzazione che l’Università di Milano-Bicocca sta implementando da tempo: dalla verbalizzazione online degli esami (nel 2013 ne sono stati verbalizzati 220.522) al protocollo informatico (con 30.000 documenti protocollati in forma digitale nell’ultimo anno), dalle convenzioni digitali alla gestione delle procedure dei bandi per affidamenti e contratti per insegnamenti e moduli.

Lascia un commento

Top