Eurozona, inflazione a maggio torna positiva

epa04547381 (FILE) A file photo dated 10 January 2011 showing a long-exposure image of a shopping cart pushed through a supermarket in Muelheim Ruhr, Germany. Inflation in Germany slumped to its lowest level since October 2009 in December following a plunge in oil prices, preliminary data released on 05 January 2015 showed. Consumer prices in Europe's biggest economy slowed to a lower-than-forecast 0.2 per cent, compared with 0.6 per cent in November, the statistics office (Destatis) said. Analysts had expected the monthly inflation rate to fall to 0.3 per cent. The latest drop in inflation came after energy costs tumbled deeper into negative territory, with oil prices plummeting by nearly 50 per cent since the middle of the year. German inflation now stands at its lowest level since October 2009, when it hit zero.  EPA/JULIAN STRATENSCHULTE

La stima dell’inflazione su base annuale nell’Eurozona a maggio torna in terreno positivo: +0,3% nonostante la forte contrazione dei prezzi dell’energia (-5,0%). Lo rende noto Eurostat. A maggio 2014 l’inflazione su base annuale era stata indicata a +0,5%, con i prezzi dell’energia fermi (+0,0%). A dare la spinta all’inflazione, dopo molti mesi in terreno negativo, tutti gli altri settori: +1,3% per i servizi, +1.2% per alimentare, alcol e tabacco e +0,3% per i beni industriali.

Ocse: inflazione Italia resta negativa, -0,1% ad aprile
Per il terzo mese consecutivo, ad aprile l’inflazione in Italia è rimasta negativa, a -0,1% su base annua. L’indice dei prezzi al consumo è invece stato stabile nell’eurozona, dopo il -0,1% di marzo, ed è tornato a crescere in Francia e Germania, dove l’inflazione è passata rispettivamente da -0,1% a +0,1%, e da 0,3% a 0,5%. Lo rileva l’Ocse.

Lascia un commento

Top