eKoodo, il network delle congratulazioni

ekoodo

eKoodo è un modo per congratularsi con qualcuno per il lavoro fatto. Una congratulazione fatta online: www.ekoodo.com infatti è un sito, nato a marzo 2014, che attinge all’inglese “To give kudos” (congratularsi con qualcuno per un lavoro svolto in modo ineccepibile), a sua volta radicato nel greco kŷdos, fama o gloria.
“Congratulazioni digitali, elettroniche rivolte a professionisti che hanno fatto bene il loro lavoro” sintetizza Maurizio La Cava, co-founder del sito con Davide Ghezzi. Le parole chiave sono insomma passaparola online e Web reputativo.

Una catena… virtuosa

Logo_official_eKoodoCome funziona eKoodo? “Ogni professionista s’iscrive gratuitamente e può ricevere delle congratulazioni, degli apprezzamenti per il suo lavoro fatti da altri iscritti al sito. Chi ha ricevuto dei koodos a sua volta può diffonderli, mostrando questi feedback positivi sui propri profili social, Google+, Facebook, prossimamente Twitter e LinkedIn. Il principio è quello della valorizzazione del passaparola, così da generare traffico sulla pagina del professionista”. Quella che s’innesca, perciò, è una catena… virtuosa.
Se il servizio rivolto ai professionisti è gratuito, esiste anche una formula premium ed è quella rivolta alle aziende. “Nel caso del pacchetto Business bisogna concordare la presenza con noi che gestiamo il sito, così da creare una presenza profilata”.

Il modello di business

Visto che sul sito non ci sono banner, pop-up o altre forme di adv online, da dove derivano i ricavi? “Appunto dalla formula Business, all’insegna del web marketing, che tra l’altro fa parte del mio bagaglio professionale. Ma stiamo lavorando anche a un progetto più ambizioso e strutturato, quello di un marketplace che abbia una formula win win, profittevole sia per il cliente sia per il sito”.
Come detto, il target di riferimento del sito è duplice. Da una parte quello dei professionisti, dove questo termine va inteso “sia come free lance sia come persone assunte in pianta stabile”; dall’altra, “quello delle aziende, specie le piccole e le medie imprese, che lavorano con le persone, gli utemti finali, quindi soprattutto nell’area sport e turismo. Tuttavia il principio-cardine, da non dimenticare, è che i koodos premiano le persone, non le aziende”.

No ranking

Altro punto importante, eKoodo non è il “TripAdvisor dei professionisti”: una etichetta che “spesso ci vediamo appiccicare, ma che non ci piace. TripAdvisor fa review, anche negative, noi abbiamo un obiettivo finale diverso, quello del feedback e del congratularsi, non c’è un ranking. Tanto è vero che all’inizio c’erano delle valutazioni solo positive, in stellette, ma poi le abbiamo tolte perché ci siamo resi conto che erano in contraddizione con lo spirito del progetto”.

Lascia un commento

Top