Edilizia: serve shock finanziario virtuoso

gibiino5

L’Osservatorio Parlamentare sul Mercato Immobiliare, presentato a Palazzo Mezzanotte lo scorso fine gennaio, prenderà parte all’assemblea di Federesco in programma domani a Roma all’Auditorium GSE, consapevole dell’importanza del tema dell’efficienza e del risparmio energetico, proprio a partire dal mondo dell’abitare. 

“Il percorso avviato sull’energia alternativa e sull’efficienza energetica deve essere perseguito con il contributo di tutti gli attori in campo”, dice il senatore Vincenzo Gibiino, (nella foto) presidente dell’OPMI. “L’Osservatorio punta a una stabilizzazione degli incentivi fiscali, per costruire bene e per ristrutturare meglio l’esistente. E’ importante sottolineare come la filiera produca reddito e posti di lavoro, Palazzo Chigi si impegni quindi a estendere gli ecobonus a tutta l’edilizia, dalla piccola proprietà alle grandi immobiliari per creare uno shock
finanziario virtuoso“. L’obiettivo primario dell’Osservatorio Parlamentare sul Mercato Immobiliare è quello di individuare “un percorso virtuoso di riscatto del settore immobiliare, contribuendo a velocizzare i tempi, portando a sintesi le posizioni della politica, rappresentata da oltre cento parlamentari membri dell’Osservatorio stesso, e delle associazioni di categoria”, aggiunge Gibiino.

EDILIZIA, ENERGIA E IMMOBILIARE CERCANO SINERGIE

Tra i principali obiettivi di Federesco quello di promuovere fra gli operatori pubblici e privati e la cittadinanza:  la cultura dell’efficienza energetica e del risparmio energetico; le best practice più appropriate al fine del raggiungimento degli obiettivi previsti dal Protocollo di Kyoto e dalla Politica Energetica Europea, secondo le direttive 2010/31/EU e 2012/27/EU; la cultura e l’utilizzo del meccanismo del Finanziamento Tramite Terzi (FTT), secondo il D.Lgs. 115/2008, e del Project Financing (PF) al fine di ottenere la compressione della domanda energetica e la riduzione delle emissioni climalteranti;  l’impiego prioritario di tecnologie efficienti per la diminuzione dei consumi energetici; la diffusione sul territorio di impianti di generazione distribuita di energia basati sullo sfruttamento delle fonti rinnovabili e in assetto cogenerativo e trigenerativo.

L’Osservatorio è sostenuto anche da Fiaip punto di riferimento per tutti i professionisti del settore immobiliare, principale associazione di categoria del settore riconosciuta dalla Comunità Europea, con 10.106 agenti immobiliari, 500 consulenti del credito, 15.200 agenzie immobiliari, e più di 45mila operatori del settore (tra agenti immobiliari, turistici, consulenti del credito, promotori immobiliari, amministratori e gestori di beni immobili). Fiaip è presente in modo capillare su tutto il territorio nazionale, operata attraverso 20 sedi regionali e 105 collegi provinciali, rappresenta per gli associati un punto di informazione e di consulenza professionale nonché di difesa sindacale degli interessi della categoria.

Lascia un commento

Top