eCommerce: puntare sul packaging per mantenere la clientela

packaging

eCommerce: puntare sul packaging per acquisire e mantenere la clientela

di Laura Barreiro, sustainability and stakeholders engagement, Europe – ‎Asia Pulp & Paper Group

L’innovazione è senza alcun dubbio un aspetto fondamentale per la vita di un’impresa. […] Questo è un assunto che trova la sua massima espressione nelle attività in rete e parte del successo delle imprese che operano nell’e-commerce è dovuto a un fattore preciso: il packaging. La confezione avrà sempre una funzione determinante per il successo del prodotto. Ma, nel caso del commercio elettronico, non è solo il prodotto a beneficiare di un imballo dedicato, ma anche il servizio stesso di e-commerce. Un e-commerce lavora in principio attraverso la sua piattaforma online dove l’utente navigando comodamente da un dispositivo connesso, e ovunque si trovi e in qualunque momento desideri, acquista dei prodotti. Tuttavia, la fase conclusiva del ciclo d’acquisto avviene nel mondo fisico e non sfruttare con un packaging efficace quest’opportunità di marketing così preziosa e in grado di potenziare le vendite sarebbe insensato per un’azienda che opera online. Sia che si possieda un e-commerce tematico o un semplice store online oppure una piattaforma simile a eBay non fa differenza, in tutti questi contesti il packaging può fare la differenza e contribuire proficuamente al successo della propria attività commerciale online.
Quando al posto di utilizzare scatole anonime si opera la scelta di un imballo dedicato per le spedizioni dei propri prodotti proposti online si opera sostanzialmente su 4 fronti:

1. Percezione del brand – Il consumatore di commercio elettronico come unici elementi di valutazione del brand avrà il sito con le offerte e il pacco che si vedrà recapitare a casa. Saper investire su un imballo personalizzato per comunicare in modo chiaro il proprio messaggio, esempio logo e payoff su scatole con misure e chiusure personalizzate, […]

2. Esperienza dell’utente – Un packaging personalizzato è un imballo pensato per le esigenze del proprio cliente. Solo in questo modo è possibile migliorare con scelte precise la sua esperienza. Amazon, uno dei siti di e-commerce più famosi del mondo, lo testimonia. È un brand che vive online, non deve competere su uno scaffale: si potrebbe essere tratti in inganno e pensare che il packaging in questo caso non conti. Amazon, al contrario, fa un uso eccellente degli imballaggi puntando soprattutto sulla facilità d’apertura e utilizzando cartone pre-forato. Lavora sul packaging direttamente con i produttori – specialmente per quanto riguarda l’elettronica di consumo – e fornisce anche confezioni che identifica con il marchio “Frustration-Free Packaging” – packaging a prova di frustrazione. Gli imballi di Amazon riflettono il focus del marchio sull’immediatezza e sulla convenienza, caratteristiche fondamentali per i clienti del sito. […]
Infine, la vera esperienza dell’utente al momento dell’apertura – momento importante anche per i prodotti che si acquistano fisicamente in negozio – diventa doppiamente importante con un acquisto dove l’apertura della confezione corrisponde al primo momento di contatto con il prodotto e coinvolge i 5 sensi. Uno degli elementi più importanti, dunque, da prendere in considerazione quando si tratta di packaging è la “user experience”. […]

3. Tutela del prodotto – Questo punto influisce direttamente sui punti precedenti e ovviamente sull’aspetto economico. Un packaging che non viene studiato per i prodotti che dovrà contenere, rischia di mettere a dura prova l’integrità del prodotto al momento della consegna. Anche se non si vendono prodotti altamente fragili questo fronte è importante per un business elettronico, perché il ciclo completo di una vendita, spedizione compresa, prevede diversi passaggi, […]

4. Visibilità e comunicazione del Brand – Quando si arriva in ufficio quanto ci si mette a riconoscere un pacco dell’operatore Zalando o di Amazon tra la posta e i pacchi accumulati in reception? Ecco cosa significa rendere visibile il proprio brand anche a chi in quel momento non è proprio cliente. Quando si riconosce all’istante il nome dell’azienda grazie al packaging è una dimostrazione istantanea […]

Oltre ai quattro punti delineati, esiste una componente nel packaging per e-commerce che sta acquisendo sempre più rilevanza: la sostenibilità.

Sostenibilità – I consumatori sono sempre più attenti alla sostenibilità e questo vale anche gli acquirenti del commercio online. Le industrie del packaging dovrebbero trovare un equilibrio tra protezione del prodotto e impatto sull’ambiente. In questo senso, l’approccio auspicato dalla PriceWaterhouseCoopers è di concentrarsi sull’efficienza del packaging, privilegiando una visione d’insieme che si concentri su un consumo minimo delle risorse in fase produttiva, sull’efficienza della protezione e del trasporto del prodotto, oltre che sull’efficienza dello smaltimento e del riciclo. Un approccio, questo, che sta trainando una rinascita della domanda di carta e cartone: materiali leggeri, riciclabili se trattati responsabilmente e biodegradabili al termine del ciclo di vita. Inoltre, la tecnologia che ruota intorno a carta e cartone è avanzata a tal punto da permetterne l’impiego in situazioni totalmente nuove come quelle appunto del commercio online. Investire sul packaging è imperativo se si desidera davvero competere nel mercato online. Il produttore diretto o il rivenditore (e-commerce multimarca) non possono permettersi di non comunicare (o di comunicare male) con il consumatore e non possono rischiare di rovinare l’esperienza del cliente con un articolo danneggiato o con un imballo difficile da aprire.

In questo periodo di recessione, non saranno pochi i brand che si staranno interrogando su come espandere la domanda e trattenere i consumatori anche nell’e-commerce. L’industria del packaging giocherà un ruolo chiave in questo senso. Sicuramente le imprese lavoreranno al rilancio e allo sviluppo di nuovi prodotti con design innovativi per poter competere. Cambieranno i materiali, i formati e cercheranno di innovare per facilitare sempre più l’uso. Ci si concentrerà, inoltre, sulla sostenibilità […] Grazie alla profonda conoscenza dell’industria del packaging e per andare incontro alle esigenze di numerosi operatori di settore a livello globale, Asia Pulp & Paper (APP) ha collaborato e collabora con vari marchi per la realizzazione di vari design di packaging compresi contenitori per abbigliamento, scatole, packaging per prodotti cosmetici e shopper. Oltre al prodotto finito APP ha creato linee di carta adatte a specifici settori come ad esempio Zenith e Proxima. Si tratta in entrambi i casi di carta in cartoncino per la realizzazione di astucci pieghevoli, della famiglia degli FBB (folding box board).

Zenith è un cartoncino ad alto spessore la cui doppia lamina permette ottimi risultati di stampa. Il “Duo shake” permette un’eccellente distribuzione delle fibre così da rendere il processo di fustella impeccabile. Certificato per il contatto con proxima img LRalimenti. Zenith è adatto per le confezioni di lusso quali profumi e creme e cioccolato. Proxima è un cartoncino dall’eccezionale spessore e rigidità ed elevata brillantezza e naturale grado di bianco, oltre che OBA-free. Il retro è antibatterico e il prodotto è certificato per contatto con alimenti. Proxima è adatto per il packaging nel settore farmaceutico, cosmetico e alimentare, ed è ideale per le copertine di libri.

Lascia un commento

Top