Le vacanze ecofriendly viaggiano su Ecobnb.com

Le vacanze di Pasqua si avvicinano. Certo, i giorni a disposizione sono pochi e le temperature italiane, molto probabilmente, non permetteranno di immergersi nel mare. L’Italia, però, è ricca di mete esotiche immerse nella natura e all’insegna della sostenibilità. Ma come fare a scegliere la migliore o a evitare qualche brutta sorpresa?
A questo scopo è stato creato Ecobnb.com, il portale web dedicato ai viaggi in armonia con la natura, rispettosi dell’ambiente, dei luoghi e delle comunità locali. Un turismo responsabile e pensato per ogni tipo di cliente, per sfatare il mito che green sia più costoso.

Cliccando su Ecobnb.com si può prenotare una casa sull’albero in Piemonte o un agriturismo biologico immerso tra campi di lavanda nella Tuscia Viterbana, un resort sostenibile a pochi passi dal mare del Salento o un antico borgo trasformato in albergo diffuso dove la vita scorre al ritmo della natura. Evitando greenwashing e marketing ingannevole. A certificare sono gli utenti e gli ideatori di Ecobnb che verificano che le strutture siano conformi con quanto descritto.

“Siamo l’unico portale di qualità in Italia che ha quest’offerta. Non un semplice sito di booking, ma una community dove le strutture associate membri si attengono ad uno scrupoloso disciplinare”, spiega Sivlia Ombellini, co-ideatrice di Ecobnb.com.

Nel blog di Ecobnb.com si possono trovare itinerari di viaggio lenti, come il trekking con gli asini, scoprire modalità alternative di soggiorno, come diventare contadino per un giorno e ricevere ospitalità gratuita in fattoria, e informarsi su come ridurre l’impronta ecologica delle proprie vacanze.

Ecobnb.com si caratterizza per una serie di opzioni uniche. Dalla maschera di ricerca si può scegliere un bed&breaksfast alimentato al 100% con energie rinnovabili, oppure strutture dove il cibo servito è rigorosamente biologico e local, hotel con servizio biciclette per gli ospiti, o casolari riqualificati in maniera sostenibile in aree dove esistono itinerari di ecoturismo.

Ogni struttura è verificata dal team di Ecobnb, che ne certifica la qualità e dai viaggiatori che vi soggiornano. “In questo modo possiamo garantire la qualità della struttura ed essere sicuri che non si faccia greenwashing”, spiega Simone Riccardi, altro fondatore di Ecobnb. “Volgiamo essere sicuri che chi scelga la sua vacanza attraverso il nostro sito trovi veramente quel che cerca”.

La nascita di Ecobnb.com è stata supportata da Trentino Sviluppo e dalla provincia autonoma di Trento, che ha deciso di finanziare il progetto grazie al bando SeedMoney e ospitare la start-up nell’incubatore dedicato ai progetti di sostenibilità Progetto Manifattura di Rovereto (Trento). Ecobnb prosegue l’esperienza del progetto ViaggiVerdi, facendola diventare internazionale anche grazie al finanziamento europeo “EcoDots” e al supporto di diversi partner in Italia, Austria, Svizzera, Germania, Slovenia e Serbia. La Commissione Europea ha ribadito che il futuro del turismo dovrà essere sempre più sostenibile e che dipenderà in modo significativo dalla capacità di rispettare l’ambiente naturale, valorizzando i luoghi e le comunità che li abitano.

Il portale sarà presente nelle prossime settimane a Berlino, in occasione di ITB Berlin, l’appuntamento mondiale dedicato al turismo, mercoledì 4 marzo alle 11.30, e a Milano, in concomitanza con Fa’ la cosa giusta!, la fiera dedicata al consumo critico e agli stili di vita responsabili, all’interno della quale è anche possibile partecipare ad un workshop sul green marketing per l’ospitalità sostenibile.

Lascia un commento

Top