Droni: GFK fotografa un mercato in crescita

droni

GfK ha esteso anche al nostro Paese la rilevazione delle vendite di droni. I primi dati relativi al 2015 evidenziano un mercato dinamico e in rapida espansione.
I primi risultati delle rilevazioni mettono in evidenza un settore molto dinamico, con circa 100 mila pezzi venduti a totale mercato nel corso dell’anno. Da gennaio 2015 ad oggi la penetrazione distributiva dei droni ha registrato una crescita continua, con una distribuzione numerica passata dal 3% al 18%. Il picco si è registrato nel mese di dicembre 2015, quando – complice anche il periodo natalizio – sono stati oltre 2.000 i punti vendita che hanno venduto almeno un drone.

Nel corso del 2015, la maggior parte dei droni è stata venduta attraverso canali di vendita tradizionali (85%), mentre l’on-line ha ancora un peso minore nel nostro Paese (15%).
Analizzando le vendite per fasce di prezzo, si nota come più del 90% del quantitativo venduto sia originato da prodotti con un prezzo inferiore a 400 euro, mentre circa il 34% del valore viene originato dalla vendita di droni con un prezzo superiore a 500 euro.

L’84% del quantitativo venduto è originato dalla vendita di dispositivi in grado di volare. I droni di questo tipo vengono utilizzati prevalentemente per realizzare video, foto o per ammirare il panorama sottostante.

Sono comunque in crescita le vendite dei cosiddetti Terrestrial Drones – dispositivi dotati di ruote per uso terrestre – e gli On/In Water Usage Drones, che possono navigare sull’acqua o addirittura immergersi sotto la sua superfice, in modalità sommergibile. In crescita anche le vendite di droni con funzionalità “Follow me”, che usano la tecnologia GPS per seguire e riprendere il proprio pilota e rappresentano da soli circa il 40 % del valore dell’intero comparto.

Lascia un commento

Top