Donazzan imprenditore da 140 milioni di euro di fatturato

Donazzan

Donazzan è un giovane imprenditore italiano di 45 anni originario di Bassano del Grappa (VI) cresciuto in un ambiente dove la passione, la velocità e le ambizioni sono all’ordine del giorno. E’ a capo di Orange1 Holding, gruppo internazionale con sede principale in Italia ad Arsiè in provincia di Belluno, che impiega 1.000 persone dislocate in 8 stabilimenti produttivi e ricavi per 140 milioni di euro.

Attraverso le sue società controllate Armando Donazzan produce oggi 1 milione di motori elettrici asincroni monofase e trifase, 5 milioni di avvolgimenti per motori elettrici asincroni, 8.000 Ton di alluminio pressofuso e 12 milioni di pezzi di torneria di alta precisione per il settore automotive, pompe idrauliche ad alta pressione e 60 mila Drive per motori elettrici. Donazzan non ha mai perso tempo e ha lavorato sempre con grande passione e abilità nelle scelte aziendali. Valori ereditati da suo padre Leone Donazzan che nel 1971* fondò la prima società del gruppo, dando inizio a questa avventura con un semplice baratto: diplomato perito elettronico si occupa di impianti elettrici, un cliente non può pagarlo e chiede di potergli dare in cambio dei motori.

LA PANTERA, INTUITO E VELOCITA’ NEGLI AFFARI. PASSIONE PER LO SPORT E I GIOVANI…

“The Panther” la Pantera, è così che viene spesso definito Donazzan dalla stampa internazionale per il suo fiuto negli affari e la sua velocità nel renderli concreti. Il suo essere ambizioso e tenace lo ha convinto a investire nello sport e nei giovani. Sostiene i ragazzi della squadra di Basket Bassano. Dal 2016 ha creato una nuova sezione all’interno dell’azienda Orange1Racing nata dalla sua passione per i motori e la corsa, e per esprimere attraverso il mondo delle quattro ruote la realtà tecnologica, dimensionale e umana di Orange1. A bordo di Lamborghini partecipa al Super Trofeo Lamborghini BLANCPAIN, al GT3 Open 2016 e alle gare di Rally italiano con l’unico obiettivo di vincere.

* 1971 – Nasce a Bassano del Grappa (VI) la ditta denominata Elettromeccanica Leone Donazzan per la riparazione e l’avvolgimento di motori elettrici. L’attività si estende in breve al campo dell’impiantistica industriale.
1983 – La società viene trasformata in ELD Spa e inizia con successo a rivolgersi ai mercati esteri e in modo particolare alla Francia, Germania e Paesi Nordici. il business cresce e si apre anche verso i mercati dell’Est, in particolare verso l’ex Unione Sovietica. La caduta del Muro di Berlino e il crollo dell’ex Unione Sovietica, alla fine degli anni ottanta, inducono Leone Donazzan a rivedere gli obiettivi e accogliere nuove sfide.
1998 – Con un fatturato di 5 milioni Armando Donazzan subentra nella direzione aziendale e, grazie alla sua determinazione e intuizione, intraprende una serie di politiche finanziarie e commerciali che innalzano il livello di competitività e visibilità dell’azienda.
1999 – Nasce in Ungheria l’azienda EME Kft, specializzata nella produzione di statori avvolti per motori elettrici.

2004 – Dalla necessità di migliorare l’efficienza e dalla crescente domanda, nasce il progetto per la costruzione di un capannone adeguatamente dimensionato dove il concetto del lean manufactoring è la base di ogni azione. Il progetto di costruzione del fabbricato trova radici nell’area industriale di Arsiè (BL) dove, in un tempo record di 8 mesi, viene ultimata l’edificazione di un capannone di circa 11.800 mq coperti.
2006 – L’azienda varia la sua denominazione in EME Spa Electric Motor Europe.
2008 – Vengono acquistate al 100% le quote della Società CEG Srl, questo consente al gruppo EME di raggiungere segmenti di mercato non ancora serviti, consolidando e sviluppando la sua gamma di motori speciali, in particolare per il settore OEM (piccole produzioni altamente specializzate).

2011 – Si perfeziona l’acquisizione della Unielectric con l’obiettivo di aumentare la capacità di produzione degli avvolgimenti per motori elettrici. A fine anno, anche la Elpromtech entra a far parte del Gruppo con lo scopo di aumentare la propria capacità produttiva grazie all’inserimento dei motori Atex ed Incapsulati con l’obiettivo di aumentare il portafoglio prodotti attraverso focus e ricerca di prodotti specifici per ogni mercato.
2012 – La denominazione del Gruppo cambia in Orange1 con l’obiettivo di creare un’entità che dia solidità e dimensione al Gruppo, ponendosi sul mercato come specialisti nel settore fino a identificarsi come leader italiano e player importante a livello europeo. Nel novembre dello stesso anno il Gruppo Orange1 annuncia un’ulteriore strategica acquisizione: l’Elettromeccanica Valceno. Si accresce così la gamma di avvolgimenti per motori monofase e trifase a 4/6/8 poli con linee completamente in automatico, portando la produzione giornaliera a oltre 20 mila unità.
2014 – L’ingresso nel Gruppo della Metalpres Cenzato Spa, della società Metalpres Rom Srl e della GM&A che prende poi il nome di Mado. La Metalpres è specializzata in pressofusione di alluminio per settore automotive con produzione di 8000 Ton all’anno e con 28 isole di lavoro completamente robotizzate. Mado, invece, è specializzata in produzione di tornerie metalliche di altra precisione per i settori automotive, idraulico e pompe alta pressione. Lo scopo di queste acquisizioni, assieme agli avvolgimenti, fu di creare la filiera di verticalizzazione dei componenti per produrre anche i motori elettrici.
2015 – Entra nel gruppo Emotion in Motion, la quale estende la produzione Orange1 con variable inverter plug & play integrato al motore con l’obiettivo di dare un prodotto sempre più sofisticato e migliorare le prestazioni di efficienza energetica; un tema attuale e con un futuro volto allo sviluppo. Il fatturato 2015 è stato di 140 milioni di euro, 8 aziende acquisite, 1.000 addetti, 7 plant di produzione per un superfice coperta di 80 mila mq, oltre 1 milione di motori elettrici monofase e trifase di alta tecnologia, progettati per accontentare tutte le esigenze del mercato, 5 milioni di avvolgimenti commercializzati in oltre 70 paesi nel mondo.
2016 – Nasce la sezione Orange1 Racing. Internation Gt Open, Lamborghini BLANCPAIN Super Trofeo e Campionato Italiano Rally sono le nuove entusiasmanti sfide.
Obiettivi futuri – la crescita attraverso nuove acquisizioni per diventare eccellenza nel settore elettromeccanico per dimensioni, gamma prodotti e servizio.

INVESTIMENTI
Dal 1998 acquisizioni per 30 milioni, investimenti in immobili per 20 milioni e oltre 40 milioni in tecnologia per miglioramento efficienza e nuovi prodotti

ELENCO NEWCO ORANGE1 AL 2016
1) EME SPA
2) EME KFT
3) ORANGE1 RACING

ELENCO ACQUISIZIONI ORANGE1 AL 2016
1) CEG
2) UNI
3) ELPROM
4) VALCENO
5) METALPRES ITA
6) METALPRES ROM
7) MADO
8) EIM

PARTE IMMOBILIARE

1) 1998 immobile EME KFT 4 mila mq
2) 2004 immobile EME SPA 11.800 mq
3) 2006 ampliamento immobile EME KFT 10 mq
4) 2008 acquisto nuovo immobile EME KFT 15 mq tot
5) 2011 acquisto immobile CEG 5 mila mq
6) 2013 acquisto immobile ELPROM 6 mila mq
7) 2014 ampliamento immobile EME KFT 25 mq tot

 

Lascia un commento

Top